Lavoro

Truffe, timbra cartellino e va a casa: denunciata funzionaria a Vigevano

Si presentava regolarmente in ufficio nei giorni di rientro pomeridiano, ma subito dopo aver timbrato il cartellino se ne tornava a casa. Era responsabile dei servizi demografici del Comune di Vigevano la dipendente assenteista scoperta dai finanzieri del Comando provinciale di Pavia impegnati nell’operazione «Good job». La donna è stata denunciata alla locale procura presso il tribunale per truffa ai danni dello Stato.

Diverse erano state le segnalazioni che il Comune della città ducale aveva ricevuto sull’irregolarità del comportamento tenuto dalla funzionaria. Da qui è partita l’inchiesta condotta dalle Fiamme gialle vigevanesi che, per provare i fatti contestati, hanno effettuato numerosi appostamenti, con riprese sia fotografiche sia video, che hanno permesso di confermare i sospetti e precisare quale fosse la tecnica usata dalla dipendente comunale per «marinare» il lavoro. La donna, nei giorni in cui avrebbe dovuto effettuare il rientro pomeridiano, dopo aver timbrato il cartellino al ritorno in ufficio, ne usciva di nuovo per tornare a casa e rientrare al lavoro nel tardo pomeriggio senza timbrare l’ingresso risultando già presente. Gli investigatori hanno così potuto documentare in modo certo l’uscita dall’ufficio, l’ingresso nella propria abitazione durante le ore in cui la funzionaria risultava in servizio ed il rientro al lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *