Fisco

Studi di settore 2015: ok alle specifiche tecniche

Studi di settore 2015: ok alle specifiche tecniche
In porto le specifiche tecniche da adottare per la trasmissione telematica dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti per l’applicazione degli studi di settore

In porto le specifiche tecniche da adottare per la trasmissione telematica dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti per l’applicazione degli studi di settore, da utilizzare per il periodo d’imposta 2014, che costituiscono parte integrante della dichiarazione dei redditi da presentare con il modello UNICO 2015.

Con il Provvedimento direttoriale del 18 giugno 2015 sono inoltre approvati i controlli di coerenza tra UNICO 2015 ed i modelli degli studi di settore ed integrati quelli afferenti i parametri. Corretti anche alcuni refusi presenti nella modulistica degli studi di settore approvata per il periodo di imposta 2014. In particolare, “rivisitati” i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti relativi agli studi WM21C, WM27A, WD19U, VG53U, VG82U, VG95U, WK05U e le istruzioni agli studi UG99U, WG61C, WG61G, WG61H e WG61F.

Le specifiche tecniche
Con il termine “specifiche tecniche” ci si riferisce alle regole che dovranno essere rispettate affinché la trasmissione in rete possa avvenire correttamente e i file inviati non vengano scartati dal sistema.

Modalità di trasmissione
I contribuenti possono inviare i dati direttamente, utilizzando i canali telematici Entratel o Fisconline, messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, oppure rivolgendosi agli incaricati autorizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *