Lavoro

Sospensione delle pensioni per omessa dichiarazione del reddito 2009

Sospensione delle pensioni per omessa dichiarazione del reddito 2009
Sono state ricostituite dall’Inps a livello centrale le pensioni per le quali alla data della elaborazione il reddito 2009 non risultava rientrato. Sono in fase di spedizione ai soggetti interessati le comunicazioni dell’Istituto recanti l’evidenza delle singole personali situazioni: entro il 28 febbraio 2014 è ancora possibile presentare le dichiarazioni reddituali e “sistemare” così la propria posizione

Sono state ricostituite dall’Inps a livello centrale le pensioni per le quali alla data della elaborazione il reddito 2009 non risultava rientrato. Sono in fase di spedizione ai soggetti interessati le comunicazioni dell’Istituto recanti l’evidenza delle singole situazioni personali: entro il 28 febbraio 2014 è ancora possibile presentare le dichiarazioni reddituali e “sistemare” così la propria posizione.

Già nel 2011 e negli anni successivi sono state inviate le comunicazioni ai soggetti per i quali le informazioni reddituali, rispettivamente dell’anno 2009 e dell’ anno 2010, non risultavano rientrate.

A marzo del corrente anno le sedi territoriali Inps sono state invitate a definire le domande di ricostituzione presentate a seguito delle richiesta in argomento e corredate dalla trasmissione di modello reddituale degli anni 2009.

L’Inps comunica ora che sono state ricostituite a livello centrale le pensioni per le quali alla data della elaborazione il reddito 2009 non risultava rientrato.

Effetti della sospensione sulle prestazioni collegate al reddito. Sono state esaminate ai fini della lavorazione in esame tutte le prestazioni collegate al reddito dell’anno 2009 corrisposte al titolare della prestazione.

Non sono interessati dall’applicazione della sospensione i trattamenti di famiglia.

Arco temporale di incidenza dell’anno reddito 2009. L’anno reddito 2009 incide sul diritto e sulla misura delle prestazioni per i seguenti periodi:

  • 1° gennaio 2009 – 30 giugno 2009;
  • 1° giugno 2010 – 31 dicembre 2010.

Per le prime concessioni di prestazioni collegate al reddito, il reddito viene valutato per l’intero anno 2009 (1° gennaio – 31 dicembre 2009) e per l’anno successivo (1° gennaio 2010-31 dicembre 2010).

Per l’incumulabilità con i redditi da lavoro il reddito 2009 incide per le prestazioni corrisposte nel 2009.

Criteri di lavorazione e memorizzazione delle informazioni nel database pensioni. La lavorazione centrale ha valutato la situazione reddituale memorizzata in archivio per il soggetto e, se rilevante, per il coniuge. Si precisa che l’elaborazione ha tenuto conto dell’inadempienza rispetto alla comunicazione di redditi diversi da quelli memorizzati nel Casellario Pensioni, che sono comunque presi in considerazione da ogni elaborazione effettuata sia a livello centrale che a cura della sede. Per le pensioni dei soggetti interessati dall’operazione è stata memorizzata nella sezione dei cumuli reddituali del GP2KE/MRIL l’informazione “sospensione”.

Sospensione relativa al solo anno reddito 2009. Nel caso in cui siano presenti in archivio i necessari dati reddituali per gli anni successivi al 2009, l’informazione della sospensione è stata memorizzata per il solo anno 2009.

In tal caso il ricalcolo della prestazione è stata effettuata con riferimento ai redditi dell’anno 2009, fino all’anno reddito successivamente memorizzato

Sospensione relativa all’anno reddito 2009 e ad anni reddituali successivi. Nel caso in cui non siano presenti in archivio i necessari dati reddituali per gli anni successivi al 2009, l’informazione della sospensione è stata proiettata anche per gli anni successivi presi a base per la verifica delle prestazioni collegate al reddito derivanti dall’anno reddito dichiarato.

Individuazione delle posizioni elaborate. Gli operatori Inps possono ottenere l’elenco delle pensioni interessate con la procedura Diario, selezionando il codice azione indicato previsto.

Aggiornamento dell’importo in pagamento. L’importo in pagamento è stato aggiornato a partire dalla rata di dicembre 2013. Si precisa che in taluni casi l’importo della prestazione può essere rimasto invariato nonostante sia stato quantificato il debito riferito all’anno reddito 2009.

Al fine di agevolare le Sedi e metterle in condizioni di poter fornire, agli interessati, i chiarimenti necessari circa il tipo di calcolo effettuato è stato predisposto il mod. TE08 personalizzato con il nuovo literal “in applicazione del comma 6 lettera c) dell’art. 13 della L. 122/2010”.

Gestione dei conguagli. In alcuni casi dalla lavorazione centrale sono scaturiti conguagli a credito riferiti a redditi percepiti in anni successivi al 2009. Tali conguagli sono stati segnalati alle sedi per la relativa gestione.

Per i conguagli a debito la procedura ha provveduto a preimpostare il recupero a livello centrale sulla base dei criteri generalmente in uso per le lavorazioni centrali.

L’avvio del recupero impostato a livello centrale sarà attivato nel caso in cui entro il termine stabilito non risulterà rientrata la dichiarazione reddituale dell’anno 2009.

Laddove non sia stato possibile preimpostare il piano di recupero sulla pensione, gli indebiti sono stati comunque memorizzati nella procedura RI e dovranno essere gestiti secondo le indicazioni che verranno fornite successivamente.

Comunicazioni ai pensionati. Di seguito la specifica delle varie tipologie di lettere inviate ai pensionati:

A. Importo mensile della rata di dicembre 2013 invariato:

1. Ricostituzione a debito con recupero centralizzato (sia residenti in Italia che residenti all’estero): INVAR/CE/IT-EST ; 2. Ricostituzione a debito con recupero a cura della sede (residenti in Italia): INVAR/SE/IT- (con indicazione del conto corrente postale di Sede); 3. Ricostituzione a debito con recupero a cura della sede (residenti all’ estero): INVAR/SE/EST.

B. Importo mensile della rata di dicembre 2013 diminuito e debito inferiore a 1.000 euro:

1. Ricostituzione a debito con recupero centralizzato (sia residenti in Italia che residenti all’estero): VARIAZ/CE/IT-EST; 2. Ricostituzione a debito con recupero a cura della sede (residenti in Italia): VARIAZ/SE/IT- (con indicazione del conto corrente postale di Sede) 3. Ricostituzione a debito con recupero a cura della sede (residenti all’ estero): VARIAZ/SE/EST.

C. Importo mensile della rata di dicembre 2013 aumentato:

1. Ricostituzione a debito con recupero centralizzato (sia residenti in Italia che residenti all’estero): VARIAZ/CE/IT-EST ; 2. Ricostituzione a debito con recupero a cura della sede (residenti in Italia): VARIAZ/SE/IT (con indicazione del conto corrente postale di Sede) ; 3. Ricostituzione a debito con recupero a cura della sede (residenti all’ estero): VARIAZ/SE/EST.

D. Importo mensile della rata di dicembre 2013 diminuito e debito pari o superiore a 1.000 euro:

In tutte le circostanze di cui al punto D: VARIAZ/NOREC/IT-EST.

Ultima data utile per la presentazione. Con riferimento all’anno 2009, l’ultima data utile per la presentazione delle dichiarazioni reddituali da parte dei pensionati inadempienti è fissata al 28 Febbraio 2014.

L’Inps rammenta che se entro il termine stabilito viene resa la dichiarazione, la prestazione viene ripristinata dal mese successivo alla comunicazione, previo accertamento del relativo diritto anche per l’anno in corso. Conseguentemente, le sedi dovranno provvedere a ricostituire con immediatezza le prestazioni dei soggetti che provvederanno a trasmettere le informazioni reddituali relative all’anno 2009.

Se entro il termine stabilito la dichiarazione non viene resa, si procede alla revoca in via definitiva delle prestazioni collegate al reddito e al recupero di tutte le somme erogate a tale titolo nel corso dell’anno in cui la dichiarazione dei redditi avrebbe dovuto essere resa. Si comunica che le procedure di calcolo sono state aggiornate per non consentire la corresponsione delle prestazioni collegate al reddito dell’anno 2009 nei casi in cui si procederà alla revoca delle stesse, anche nel caso in cui successivamente al 28 febbraio 2014 venga presentata la dichiarazione reddituale relativa ai redditi dell’anno 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *