Italia

Social card anche ai cittadini stranieri

Social card anche ai cittadini stranieri
L’8 aprile 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del Ministero dell’Economia e del Ministero del Lavoro del 3 febbraio 2014 che estende i benefici previsti dal programma Carta Acquisti anche ai cittadini non residenti e agli immigrati

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 82 dell’8 aprile 2014 del decreto attuativo 3 febbraio 2014 del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, prende avvio l’estensione della Carta Acquisti anche ai cittadini comunitari e stranieri: sono così definite le modalità di presentazione della domanda di carta acquisti da parte dei cittadini stranieri che, se presenteranno la domanda entro il 30 aprile 2014, potranno ottenere il beneficio a partire dal bimestre gennaio – febbraio 2014.

Pertanto, a partire dalla suddetta data dell’8 aprile 2014, il MEF comunica che è disponibile, sui siti internet di Poste Italiane, dell’Inps, e dello stesso Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la modulistica necessaria per la presentazione delle domande presso gli uffici postali abilitati.

La Legge 27 dicembre 2013, n. 147 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (Legge di stabilità 2014) ha infatti disposto una modifica all’art. 81, comma 32, del Decreto-Legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, dalla Legge 6 agosto 2008, n. 133, che aveva introdotto il beneficio della carta acquisti (social card ordinaria) per i cittadini italiani, estendendo il beneficio anche agli immigrati.

La social card è così concessa anche ai cittadini di Stati membri dell’Unione Europea e loro familiari e ai cittadini di Stati terzi non membri UE soggiornanti in Italia con il permesso di soggiorno CE per soggiorni di lungo periodo di cui all’art. 9 del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286, cosiddetto Testo Unico Immigrazione.

L’estensione deve ritenersi operante anche per rifugiati e titolari di protezione sussidiaria che pure sono equiparati ai cittadini italiani nell’ambito dell’assistenza sociale per effetto della convenzione ONU di Ginevra del 1951 e delle norme della direttiva europea n. 83/2004, così come recepita dal Decreto Legislativo 19 novembre 2007, n. 251 – art. 27 – così come del resto è già avvenuto per la cosiddetta “carta acquisti sperimentale” (social card straordinaria).

Modulistica INPS Modulistica Poste Italiane Modulistica Ministero Lavoro Modulistica Ministero Economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *