Fisco

Sisma Emilia: approvato il modello per l’accesso al finanziamento agevolato di tributi, contributi e premi senza sanzioni

Sisma Emilia: approvato il modello per l'accesso al finanziamento agevolato di tributi, contributi e premi senza sanzioni
L’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello per l’accesso al finanziamento dei pagamenti, senza sanzioni, dei tributi, contributi previdenziali e assistenziali

L’Agenzia delle Entrate ha approvato, con provvedimento n. 85616 del 12 luglio 2013 il nuovo modello che i contribuenti colpiti dal sisma del maggio 2012 potranno utilizzare per accedere al finanziamento dei pagamenti, senza sanzioni, dei tributi, contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria dovuti fino al 15 novembre 2013. Le domande dovranno pervenire entro il 31 ottobre 2013.

Il nuovo modello di comunicazione per l’accesso al finanziamento previsto dall’art. 11, D.L. n. 174/2012, e le relative istruzioni, sono riportati nell’Allegato A del provvedimento. Le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati, sono invece contenute nell’Allegato B. La nuova modulistica sostituisce quella approvata con il precedente provvedimento direttoriale del 16 maggio 2013.

Le modifiche introdotte dal D.L. n. 43/2013 che (art. 6, comma 2) hanno prorogato dal 15 giugno al 31 ottobre 2013 il termine per la presentazione della documentazione necessaria per accedere al finanziamento agevolato.
Il successivo comma 3 ha, inoltre, previsto che il finanziamento può essere richiesto per il pagamento dei tributi, dei contributi e dei premi dovuti dal 1° luglio al 15 novembre 2013.

Inoltre, per effetto delle modifiche introdotte dall’art. 6-septies, comma 1, lettera c), D.L. n. 43/2013 alla legge di Stabilità 2013, il nuovo modello è utilizzabile anche da parte dei soggetti, di cui all’art 1, comma 365, della stessa legge, che possono dimostrare di aver subito un danno economico diretto secondo le previsioni dell’art. 1, commi 365-373, legge n. 228/2012.
Il riferimento in questo caso è ai titolari di reddito d’impresa, nonché agli esercenti attività agricole e ai titolari di reddito di lavoro autonomo aventi sede operativa ovvero domicilio fiscale, nonché il proprio mercato di riferimento nei comuni del cratere, che possano dimostrare di aver subito un danno economico, causato dai predetti eventi sismici.

La dimostrazione della sussistenza del “danno economico diretto”, necessaria ai fini dell’accesso al finanziamento agevolato, dovrà essere suffragata da almeno due delle seguenti quattro condizioni:

  1. una contrazione del volume d’affari nel periodo giugno-novembre 2012, rispetto al corrispondente periodo del 2011, superiore di almeno il 20% rispetto alla variazione rilevata dall’Istat dell’indice sul fatturato del settore produttivo di appartenenza;
  2. l’utilizzo di strumenti di sostegno al reddito per fronteggiare il calo di attività conseguente al sisma (CIGO-CICS e deroghe) ovvero l’aver proceduto ad una riduzione di personale conseguente al sisma rispetto alla dotazione di personale occupato al 30 aprile 2012;
  3. riduzione (di almeno il 20% rispetto alla media nazionale) dei consumi per utenze nel periodo giugno-novembre 2012, rispetto al corrispondente periodo del 2011, così come desunti dalle bollette rilasciate, nei periodi di riferimento, dalle aziende fornitrici;
  4. l’aver subito una contrazione superiore al 20%, nel periodo giugno-novembre 2012, rispetto al medesimo periodo del 2011, dei costi variabili dei prodotti destinati alla vendita.

La nuova istanza di finanziamento dovrà essere presentata entro il termine del 31 ottobre 2013. I soggetti che avessero già presentato una precedente comunicazione, potranno presentare una nuova istanza, limitandosi a indicare gli ulteriori pagamenti per i quali si intende chiedere il finanziamento.

Agenzia Entrate – Provvedimento N. 85616/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *