Lavoro

Sgravi per gli incentivi: domande da lunedì

Sgravi per gli incentivi: domande da lunedì
Al via le domande per richiedere l’ammissione allo sgravio contributivo sulle somme incentivanti per il 2012

Al via le domande per richiedere l’ammissione allo sgravio contributivo sulle somme incentivanti per il 2012. Dalle ore 15 di lunedì 24 giugno 2013 alle ore 23 di giovedì 25 luglio 2013, aziende e intermediari potranno trasmettere all’Inps – esclusivamente in via telematica – le istanze per richiedere l’incentivo riferito alle somme corrisposte nel 2012. Al fine di consentire la verifica e l’eventuale aggiornamento delle domande inviate, sarà possibile, comunque, annullare e trasmettere nuovamente le domande fino alle ore 23 di venerdì 26 luglio 2013.

Questo quanto reso noto dall’Inps con il messaggio n. 10127/13. Anche in questa occasione, l’Istituto è stato incaricato di gestire il beneficio contributivo, con riferimento ai lavoratori iscritti ad altri Enti previdenziali (Inpgi), nonché assicurati presso gestioni pensionistiche confluite in Inps (ex Inpdap – ex Enpals).
L’agevolazione a favore del datore di lavoro consiste in una riduzione dell’aliquota contributiva a suo carico nella misura massima di 25 punti, al netto dello 0,3% del contributo integrativo DS (oggi ASpI), delle riduzioni contributive per assunzioni agevolate e delle eventuali misure compensative spettanti.
La misura costituisce, in realtà, il limite massimo dello sgravio applicabile. In presenza, di lavoratori per i quali la contribuzione datoriale si attesti su percentuali inferiori (ad esempio, lavoratori agevolati), il beneficio non potrà eccedere la quota di contribuzione a carico dell’azienda (per esempio, per un lavoratore assunto ex lege n. 223/1991 e/o per un apprendista occupato presso aziende con oltre nove addetti, lo sgravio sul premio erogato sarà pari a 10 punti percentuali). Il lavoratore, invece, oltre all’abbattimento totale della contribuzione sul premio ricevuto, potrà contare sul suo riconoscimento ai fini pensionistici.

Anche per l’anno 2012, per finanziare l’incentivo è stato messo a disposizione un budget pari a 650 milioni di euro. Sul piano normativo va segnalata l’apertura (comma 6, articolo 22, della legge n. 183/2011) per effetto della quale allo sgravio potranno concorrere anche le somme incentivanti previste dai contratti di prossimità stipulati in base all’articolo 8, del decreto legge n. 138/11 (convertito nella legge n. 148/2011).
Lo sgravio può trovare applicazione sulle somme incentivanti non superiori al 2,25% della retribuzione percepita nell’anno, dal lavoratore (premio compreso). Analogamente a quanto avvenuto lo scorso anno, non vi sarà l’assalto alla diligenza. Chi inoltrerà l’istanza nei termini indicati e vanterà i requisiti richiesti, avrà accesso al beneficio. Se necessario la percentuale fissata al 2,25% potrà essere diminuita, al fine di consentire la distribuzione delle risorse economiche a tutti gli aventi diritto.
Le istanze possono essere trasmesse via internet sia singolarmente che sotto forma di flusso XML.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *