Fisco

Sentenza della Commissione tributaria di Milano su atti sottoscritti da funzionari delegati: validi gli atti sottoscritti dai dirigenti decaduti

Sentenza della Commissione tributaria di Milano su atti sottoscritti da funzionari delegati: validi gli atti sottoscritti dai dirigenti decaduti
L’Agenzia delle Entrate ha smentito l’interpretazione fornita da alcuni organi di stampa, in merito agli effetti della declaratoria di nullità da parte della Commissione tributaria provinciale di Milano di un avviso di accertamento sottoscritto da un funzionario cui erano stati conferiti incarichi dirigenziali senza concorso pubblico

Con un comunicato stampa diffuso il 22 aprile 2015, l’Agenzia delle Entrate precisa che la Commissione tributaria provinciale di Milano, con sentenza n. 3222/25/15, non ha annullato l’atto di accertamento dell’Agenzia delle Entrate in quanto sottoscritto da un funzionario incaricato di funzioni dirigenziali decaduto per effetto della sentenza della Corte Costituzionale del 17 marzo 2015, n. 37.

La Commissione, nella sua decisione, ha invece rilevato la nullità dell’atto in quanto “sottoscritto da soggetto non dotato di nona qualifica funzionale”, ritenendo non provata, in questo singolo giudizio, l’appartenenza del funzionario che ha sottoscritto l’atto alla carriera direttiva (ex nona qualifica funzionale). Attualmente alla carriera direttiva appartiene il personale di terza area funzionale non dirigente, che può essere delegato dal capo ufficio a firmare gli atti tributari come previsto dall’art. 42, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600.

Infine, l’Agenzia delle Entrate segnala a tal proposito che la Commissione tributaria provinciale di Gorizia, con decisione n. 63/01/2015, ha ritenuto che la sentenza della Corte costituzione del 17 marzo 2015, n. 37 “non debba comportare affatto la caducazione (nullità)” degli atti impugnati.

Potrebbe anche interessarti:

Dirigenti dell’Agenzia delle Entrate decaduti, atti nulli: da Milano la prima sentenza
Pa: dirigenti Agenzia Entrate solo per concorso, nomine illegittime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *