Lavoro

Scopri l’entità della tua pensione: l’Inps invita a testare la nuova funzionalità

Scopri l'entità della tua pensione: l'Inps invita a testare la nuova funzionalità
Un invito a collaborare con l’Inps testando in anteprima il sistema che consente di calcolare l’importo della pensione futura

Dopo 25 anni di attesa, per la cosiddetta busta arancione qualcosa si muove. Si tratta del sistema di calcolo che consentirà ai lavoratori di ottenere una proiezione della loro futura pensione, un sistema che l’Inps sta attualmente sperimentando. Per inciso, la busta arancione non sarà cartacea, ma si consulterà online. Dopo un ventennio abbondante di annunci e attese, il sistema starebbe per partire. Alcuni dettagli li ha spiegati Giuliano Quattrone, direttore regionale dell’Inps Emilia Romagna. La sperimentazione di Simula (questo il nome del progetto), coinvolge circa 10mila lavoratori che già hanno utilizzato il Pin personale per accedere ai servizi online disponibili sul sito dell’istituto di previdenza. Si tratta di quei lavoratori che risultano avere contributi nel Fondo pensione lavoratori dipendenti e nelle gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti e coltivatori diretti). Al momento rimangono esclusi gli iscritti ai Fondi speciali sostitutivi e integrativi (tra cui volo, elettrici, telefonici) e degli iscritti ai Fondi confluiti da altri enti (Inpdap, Enpals).

Un invito, quindi, a collaborare con l’Inps testando in anteprima il sistema che consente di calcolare l’importo della pensione futura. Questo il contenuto delle 10mila email che l’Istituto di previdenza sta inviando in questi giorni ad altrettanti lavoratori, al termine della quale il sistema dovrebbe essere reso accessibile a tutti, probabilmente all’inizio del prossimo anno.

Dopo aver calcolato la pensione, i 10mila utenti-campione sono invitati a compilare un questionario fornendo una valutazione che «ci permetterà di migliorare la versione che verrà presentata entro qualche settimana a tutti i contribuenti».

Una volta entrati nell’applicazione “simulapensioneweb”, l’Inps precisa che l’elaborazione «non ha alcun valore certificativo» ed è «basata su dati finora in nostro possesso riguardanti la carriera di lavoro fino ad oggi condotta e su relativi contributi versati».

La simulazione tiene conto di alcuni elementi. In particolare i fattori che contribuiranno a definire l’importo della futura pensione sono personali e macroeconomici. Tra quelli personali troviamo l’età in cui la persona deciderà di interrompere la propria carriera lavorativa e l’andamento delle retribuzioni (questi due valori preimpostati nel sito possono essere modificati dall’utente) nonché la continuità dei versamenti effettuati.

Tra i macroeconomici, l’andamento dell’economia del Paese (dato anche dal prodotto interno lordo) nonché la longevità degli italiani considerato che al crescere della speranza di vita, l’importo della pensione calcolata con le regole del sistema contributivo diminuirà sensibilmente.

LA LETTERA

Gentile Mario Rossi,

il suo nome è tra i 10.000 che INPS ha scelto per effettuare il collaudo di un nuovo strumento destinato a semplificare l’accesso ai servizi previdenziali.

Avrà probabilmente già sentito parlare della cosiddetta BUSTA ARANCIONE, uno strumento per informare sulla posizione contributiva dei lavoratori e l’importo della pensione.

Le chiediamo di navigare, in anteprima, le pagine web nelle quali è possibile simulare la Sua futura pensione, inserendo parametri sulla retribuzione attesa o ipotizzando una data di pensionamento.

Da questo momento soltanto Lei e gli altri 9.999 soggetti del campione selezionato potrete consultare il vostro calcolo di pensione, accedendo all’indirizzo: https://serviziweb2.inps.it/SimulaPensioneWEB/home?

Come per i normali accessi che ha effettuato in precedenza, deve utilizzare il PIN dell’Istituto già in Suo possesso.

Il collaudo terminerà con il questionario di valutazione che le chiediamo di compilare cliccando “Valuta Servizio”.

Il Suo aiuto è molto prezioso e la sperimentazione in anteprima cui Lei sta partecipando ci permetterà di migliorare la versione che verrà presentata entro qualche settimana a tutti i contribuenti.

A nome di INPS La ringraziamo anticipatamente per i preziosi consigli che sarà in grado di fornirci e che ci consentiranno di fornire un servizio migliore.

Cordiali saluti
Il Direttore Generale
Mauro Nori

Il Commissario straordinario
Tiziano Treu

Potrebbe anche interessarti: Calcolare la propria pensione: l’Inps rilancia la «busta arancione» online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *