Fisco

Sanzioni per CAF e intermediari: attivato il codice 73 per identificare il contribuente

Sanzioni per CAF e intermediari: attivato il codice 73 per identificare il contribuente
Per consentire la corretta identificazione nel modello F24 del soggetto “Contribuente”, intestatario della dichiarazione dei redditi oggetto dell’errato visto di conformità, l’Agenzia delle Entrate istituisce, con la risoluzione n. 69/E del 30 luglio 2015, il codice identificativo 73

Il decreto Semplificazioni fiscali ha previsto che in caso di trasmissione, entro il 10 novembre dell’anno in cui la violazione è stata commessa, della dichiarazione rettificativa del contribuente ovvero della comunicazione, dei dati rettificati nel caso in cui il contribuente non intenda presentare la nuova dichiarazione, il CAF o il professionista è tenuto al versamento di una somma ridotta nella misura prevista dall’art. 13, comma 1, lettera b), del D.Lgs. n. 472/97, se il versamento è effettuato entro la stessa data del 10 novembre.

Per il versamento della somma in parola è utilizzato il codice tributo “8925”, istituito con la risoluzione n. 388/E del 21 novembre 2007, con la quale sono state fornite le istruzioni di compilazione del modello F24.

Adesso, per consentire la corretta identificazione nel modello F24 del soggetto “Contribuente”, intestatario della dichiarazione dei redditi, oggetto dell’errato visto di conformità, con la risoluzione n. 69/E del 30 luglio 2015, l’Agenzia delle Entrate comunica l’attivazione del codice identificativo “73” denominato “CONTRIBUENTE”, da indicare nel modello F24, per ottemperare a quanto previsto dall’art. 39, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 241/97 e successive modificazioni.

In sede di compilazione del modello F24, da predisporre per ogni singola dichiarazione rettificativa ovvero comunicazione, nella sezione “CONTRIBUENTE”, negli appositi campi, sono riportati il codice fiscale, i dati anagrafici e il domicilio fiscale del CAF o del professionista, intestatario della delega di pagamento.
Nel campo “Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare” è riportato il codice fiscale del contribuente, unitamente all’indicazione nel campo “codice identificativo ” del codice “73”.

Agenzia delle Entrate – Risoluzione N. 69/E/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *