Lavoro

Salvaguardia: contingente numerico esaurito, ultima decorrenza utile al 1° gennaio 2015

Salvaguardia: contingente numerico esaurito, ultima decorrenza utile al 1° gennaio 2015
Il contingente numerico dei lavoratori titolari di assegno straordinario erogato dai Fondi di solidarietà di settore interessati dalla concessione del beneficio della salvaguardia e stabilito in 17.710 unità, è da considerarsi esaurito con l’ultima decorrenza utile al 1° gennaio 2015

Il contingente numerico dei lavoratori titolari di assegno straordinario erogato dai Fondi di solidarietà di settore interessati dalla concessione del beneficio della salvaguardia e stabilito in 17.710 unità, è da considerarsi esaurito con l’ultima decorrenza utile al 1° gennaio 2015. E’ quanto emerge dall’attività di monitoraggio effettuata dall’INPS che ne comunica i risultati con messaggio n. 9611 del 12 dicembre 2014.

In particolare, l’Istituto effettua il monitoraggio delle domande di assegno straordinario presentate, per i lavoratori che intendano avvalersi dei requisiti di accesso e del regime delle decorrenze vigenti prima della data di entrata in vigore della legge di riforma, secondo il criterio – stabilito dalla
legge – della data di risoluzione del rapporto di lavoro.

Dal monitoraggio effettuato per l’individuazione – tra i titolari di assegno straordinario alla data del 4 dicembre 2011 e tra i titolari di assegno straordinario da gennaio 2012 – dei destinatari della normativa in salvaguardia, è risultato che il contingente dei soggetti appartenenti alla categoria dei Fondi di solidarietà per il sostegno del reddito, pari a 19.310 unità (17.710 decreto del 1° giugno 2012 + 1.600 legge n. 135/2012), che potranno usufruire, a decorrere dal 1° gennaio 2012, della normativa previgente la riforma per l’accesso al pensionamento, è da considerarsi esaurito con l’ultima decorrenza utile al 1° gennaio 2015 (cessazione rapporto di lavoro alla data del 31 dicembre 2014).

In considerazione tuttavia della natura dinamica del predetto monitoraggio, la Direzione centrale pensioni continuerà ad effettuare tale attività, illustrata nel messaggio n. 20944 del 19 dicembre 2012, con cadenza mensile al fine di tenere conto delle eventuali disponibilità che si dovessero verificare nei plafond assegnati, aggiornando i dati relativi.

INPS – Messaggio N. 9611/2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *