Lavoro

Salvaguardati, pubblicato il decreto per 10.130 lavoratori

Salvaguardati, pubblicato il decreto per 10.130 lavoratori
Stabilito il contingente numerico di 10.130 lavoratori relativo alla terza salvaguardia in materia pensionistica previsto dalla legge di stabilità 2013

Stabilito il contingente numerico di 10.130 lavoratori relativo alla terza salvaguardia in materia pensionistica previsto dalla legge di stabilità 2013 (legge 228/2012). È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 123 del 28 maggio il decreto interministeriale del 22 aprile 2013.

Entro 120 giorni (cioè entro il 25 settembre) i lavoratori cessati dal rapporto di lavoro entro il 30 settembre 2012 e collocati in mobilità ordinaria o in deroga a seguito di accordi governativi o non governativi, stipulati entro il 31 dicembre 2011, e che abbiano perfezionato i requisiti utili al trattamento pensionistico entro il periodo di godimento dell’indennità e in ogni caso entro il 31 dicembre 2014, dovranno presentare una istanza alla Direzione territoriale del lavoro competente per territorio, al fine di poter conseguire la pensione secondo le regole previgenti la riforma Monti-Fornero.

Analogo discorso per i lavoratori che hanno risolto il rapporto di lavoro entro il 30 giugno 2012 per effetto di accordi individuali o collettivi di incentivo all’esodo stipulati entro il 31 dicembre 2011, purché non riassunti a tempo indeterminato e che abbiano conseguito un reddito annuo lordo complessivo riferito a qualsiasi attività non superiore a 7.500 euro e che perfezionano i requisiti per l’accesso al pensionamento entro dicembre 2014. Anche in questo caso dovrà essere presentata apposita istanza alla Dtl con i medesimi termini di cui sopra.

I lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria dei contributi entro il 4 dicembre 2011 e con un contributo accreditato o accreditabile entro il 6 dicembre 2011 potranno accedere alla salvaguardia ancorché abbiano svolto, successivamente al 4 dicembre 2011, qualsiasi attività non riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato dopo l’autorizzazione a condizione che abbiano conseguito un reddito annuo lordo non superiore a 7.500 euro e perfezionino i requisiti che consentono l’accesso al trattamento pensionistico entro dicembre 2014. In questo caso l’istanza dovrà essere presentata all’Inps sempre negli stessi termini. Salvi anche i prosecutori volontari collocati in mobilità ordinaria che sono salvaguardati a condizione di maturare i requisiti di accesso entro il predetto termine. L’Inps è chiamato ad effettuare il monitoraggio delle domande.

Tabella sulla platea dei salvaguardati Decreto Interministeriale 22 Aprile 2013
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close