Fisco

Rivalutazione dei valori di acquisto delle partecipazioni: seconda rata non prorogata dal decreto Rilancio

Resta fermo il termine del 30 giugno 2020 per il versamento della seconda rata dell'imposta sostitutiva dovuta da chi si è avvalso della procedura di rivalutazione dei titoli posseduti al 1° gennaio 2019

L'articolo 137 del decreto Rilancio non proroga i termini di versamento dell'imposta sostitutiva dovuta a seguito della rivalutazione dei titoli posseduti alla data del 1° gennaio 2019, ma riapre nuovamente i termini per avvalersi della procedura di rivalutazione anche con riferimento ai titoli posseduti alla data del 1° luglio 2020. Ciò significa che resta fermo, in assenza di ulteriori disposizioni - non rinvenibili nei diversi decreti-legge emanati a partire da febbraio 2020 per far fronte all'emergenza epidemiologica - il termine del ...

ABBONATI PER LEGGERE L'ARTICOLO

Gli abbonati ci aiutano a garantire una costante informazione. Come utente abbonato potrai:

Leggere e salvare tutti gli articoli su pc e tablet

Consultare la banca dati

Richiedere consulenze

Ricevere la newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *