Italia

Renzi: il prossimo anno operazione Irpef anche per i pensionati

«Il prossimo anno arriviamo ai pensionati» ha detto il Presidente del Consiglio . «Non mi piace fare le promesse, ma ai nonni bisognerebbe dedicare un santo: San Nonno»
«Il prossimo anno arriviamo ai pensionati» ha detto il Presidente del Consiglio . «Non mi piace fare le promesse, ma ai nonni bisognerebbe dedicare un santo: San Nonno»

“Chi fa il Presidente del Consiglio ha i problemi di tutti. Ricevo tante e-mail. Ma sono convinto che possiamo risolverli. Non mi piacciono tutti quelli che dicono che l’Italia non ce la farà mai, sono convinto che ce la faremo…”.

“Il prossimo anno arriviamo ai pensionati”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Quinta Colonna. “Non mi piace fare le promesse, ma ai nonni bisognerebbe dedicare un santo: San Nonno”. “Per i pensionati faremo la stessa operazione degli ottanta euro, ma la faremo dal prossimo anno, prima non ce la facciamo”, ha spiegato Renzi.

Inoltre, “per pensionati e dipendenti dal prossimo anno non ci sarà più bisogno di fare la dichiarazione redditi”, annuncia il premier. A casa arriverà “la dichiarazione già precompilata”, e in questo modo “lo Stato smette di essere vessatore e diventa amico”, sottolinea il premier.
Quanto al problema dell’occupazione, “non promettiamo di dare a tutti l’elemosina. Noi garantiamo di dare posti di lavoro”, ribadisce.

Grillo è una persona triste che sa solo insultare
“Fa male al cuore sentire gente come Grillo che grida e insulta quando invece l’Italia ha bisogno di risposte. Mi colpisce questa sua tristezza”, ha detto Renzi. “Non e’ uno che guarda in faccia Grillo, ma sono amareggiato come italiano perchè dice che gli ottanta euro non li vuole, ma la signora che arriva a fine mese con difficoltà li vuole. Poi quando c’era da eliminare le province, lui stava con Brunetta, perchè quello che vuole è solo offendere e insultare. Mi stupisce che non si voglia riconocere quello di cui ha bisogno l’Italia”.
“La cosa che mi dispiace di Grillo è che tante persone che l’hanno votato stanno li’ che si mangiano le mani perchè speravano che tagliasse gli stipendi dei grandi manager, vendesse le auto blu… Invece siamo noi a fare queste cose e lui gioca contro, sembra quasi che gufa se le cose vanno male”.

Lo ha detto il Presidente del Consiglio Matteo Renzi a Quinta Colonna. “L’Italia ha bisogno di posti di lavoro non di chi grida e basta”.

Non ce l’abbiamo con le Banche ma basta far pagare gli italiani
“Le banche servono, noi non ce l’abbiamo con le banche. Chi ha un mutuo, come me, sa che le banche sono importanti. Però in questi anni hanno fatto il fondo salva banche, il fondo salva stati e agli italiani non ci ha pensato nessuno”, ha spiegato Renzi.

In tre anni portiamo municipalizzate da 8mila a mille
“Ci sono 8mila aziende partecipate, soprattutto dai comuni, con 8mila consigli di amministrazione, 8mila amministratori delegati. Portiamole a mille nei prossimi tre anni”. ha affermato il premier Matteo Renzi a Quinta Colonna. “Chi le riduce conserva i finanziamenti dello Stato, chi fa il furbo perde i finanziamenti dello Stato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *