Fisco

Redditometro 2013, stop ai controlli fiscali. L’annuncio di Befera

Non ci saranno i controlli fiscali collegati al nuovo redditometro 2013. Ad annunciare il clamoroso dietrofront il numero uno dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera.

Stop redditometro 2013: le parole di Befera. Intervenuto ad un convegno al Salone nautico di Genova, Befera ha annunciato l’impossibilità a realizzare quei 35mila controlli fiscali programmanti grazie all’attuazione del nuovo redditometro 2013, lo strumento di accertamento sintetico del reddito.
Un annuncio a sorpresa che arriva proprio nei giorni in cui si aspettavano, come ha precisato la stessa Agenzia pochi giorni fa, le famose lettere contenenti i questionari sul fisco.

Stop redditometro: ecco perché. “Per quest’anno sarà impossibile effettuare i controlli fiscali perché siamo già a ottobre e per partire mancano gli ultimi dettagli tecnici”. Tra questi dettagli tecnici c’è il parere del Garante della privacy e la risoluzione proprio della questione sollevata da più parti sull’ingerenza del redditometro con la sfera personale del contribuente, testimoniata da numerose sentenze.

Befera non ha fornito altre indicazioni, rinviando i 35mila controlli fiscali al prossimo anno. “Il fisco non ha nulla contro la ricchezza, ma quel che interessa non è fare tanti controlli ma un’azione di compliance che il redditometro deve stimolare” ha detto Befera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *