Fisco

Proroga della convenzione tra l’INPS ed i CAF per l’attività relativa alla certificazione ISEE

Proroga della convenzione tra l’INPS ed i CAF per l’attività relativa alla certificazione ISEE
Con determinazione del Commissario straordinario n. 27 del 17 marzo 2014 l’Istituto ha approvato la proroga della convenzione tra l’INPS ed i CAF per l’attività relativa alla certificazione ISEE, sino alla compiuta attuazione del nuovo quadro normativo e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2014

Con determinazione del Commissario straordinario n. 27 del 17 marzo 2014 l’Istituto ha approvato la proroga della convenzione tra l’Inps ed i CAF per l’attività relativa alla certificazione ISEE, sino alla compiuta attuazione del nuovo quadro normativo e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2014. E’ quanto comunicato dall’Inps con il messaggio n. 4968 del 28 maggio 2014.

In particolare, i Centri di assistenza fiscale (CAF) di cui all’art. 3, comma 3, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, che hanno già stipulato la convenzione ISEE per gli anni 2012-2013 presso le Direzioni metropolitane e provinciali dell’Istituto, secondo le disposizioni previste dal messaggio HERMES n. 002277 del 5/02/2013, potranno aderire alla proroga della convenzione, alle stesse condizioni contrattuali previste dalla convenzione approvata con Determinazione Presidenziale n. 233 del 18 dicembre 2012.

L’adesione alla proroga dovrà pervenire alla stessa Direzione metropolitana o provinciale presso la quale è stata stipulata la convenzione 2012-2013, e dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante del CAF o da soggetto delegato munito di valida procura, secondo il modello che si rimette in allegato al messaggio.

I Direttori di Area metropolitana e i Direttori provinciali verificano il possesso di tutti i requisiti necessari al valido esercizio della facoltà di adesione alla proroga da parte dei richiedenti, compresi quelli relativi alla qualità del soggetto richiedente quale soggetto abilitato all’adesione, all’insussistenza delle gravi inadempienze di cui in appresso, nonchè alla legittimazione della persona fisica che sottoscrive. Il possesso dei requisiti è riferito al momento della adesione.

Si ricorda che con riferimento alla convenzione ISEE, sono esclusi dall’affidamento del relativo servizio, e dunque non hanno facoltà di aderire alla proroga della convenzione di che trattasi, i soggetti responsabili di gravi inadempienze nei confronti dell’Istituto.

In considerazione del fatto che è tuttora in corso un procedimento di contestazione di gravi inadempienze a carico di CAF specifici, le singole convenzioni stipulate e prorogate rimangono sottoposte alla condizione risolutiva di cui all’accordo collegato alla Convenzione 2012/2013.

Pertanto, con la sottoscrizione di un unico atto, redatto in conformità al modello allegato al messaggio in oggetto, il CAF procederà a manifestare la propria volontà di aderire alla proroga dell’efficacia della Convenzione nonché di accettare la perdurante operatività della predetta condizione risolutiva.

L’atto è formato da due copie sottoscritte in originale, delle quali una è consegnata alla parte privata e l’altra è tenuta agli atti della Direzione metropolitana o provinciale presso la quale è avvenuta la stipula della convenzione.

L’atto è soggetto all’imposta di bollo. L’imposta, che è a carico della parte privata, è assolta applicando su ciascuna copia n. 1 marca da bollo del valore di euro 16,00 (sedici/00).

L’esito del procedimento di contestazione delle gravi inadempienze di cui sopra sarà comunicato dalla Direzione generale ai soggetti interessati e alle Strutture territoriali INPS competenti.

Successivamente, queste ultime, a seguito di apposita indicazione da parte della Direzione generale, procederanno a comunicare al CAF interessato l’operatività della condizione risolutiva di cui al precitato accordo.

L’adesione alla proroga della convenzione viene predisposta utilizzando la funzionalità del “Portale delle convenzioni”, accessibile dal percorso che segue: intranet.inps.it -> Servizi -> Gestione e assistenza servizi internet -> Amministrazione convenzioni per utenti esterni.

L’accesso al Portale è consentito ai menzionati Direttori e agli eventuali delegati, autorizzati attraverso il sistema IDM.

Attraverso il Portale, acquisiti e confermati i dati necessari all’adesione alla proroga, è possibile procedere alla stampa personalizzata degli atti.

L’atto contenente l’adesione alla proroga della convenzione e l’accettazione della perdurante operatività della condizione risolutiva, una volta sottoscritto e provvisto delle necessarie marche da bollo, dovrà essere acquisito otticamente in formato elettronico ed acquisito nel portale attraverso l’apposita funzionalità.

I pagamenti per i servizi resi dai CAF a norma della Determinazione Commissariale di proroga di cui al presente messaggio sono gestiti dalla Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito dell’Inps.

Inps – Messaggio N. 4968/2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *