Lavoro

Progetti sulla sicurezza nei luoghi di lavoro: via libera alle domande di finanziamento

Progetti sulla sicurezza nei luoghi di lavoro: via libera alle domande di finanziamento
È disponibile sul sito dell’Inail la procedura che consente di inserire le istanze di partecipazione al finanziamento per le piccole imprese

Tutto pronto per le richieste di accesso ai finanziamenti previsti dal bando Fipit. Dal 3 novembre 2014 è disponibile la procedura telematica per la compilazione delle domande di partecipazione da parte delle piccole e micro imprese operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei che intendono realizzare progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Al riguardo, si precisa che la domanda deve essere presentata per la regione/provincia dove è attiva l’unità produttiva per la quale l’impresa intende richiedere il finanziamento. Dopo l’inserimento online, la domanda di partecipazione deve essere inoltrata, insieme alla documentazione prevista dal bando, all’indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) della struttura regionale/provinciale competente. Per l’inserimento dei dati, secondo le modalità previste dal bando, le imprese devono essere registrate al portale Inail.

Per il 2014 il bando Fipit mette a disposizione 30 milioni di euro ripartiti tra i tre settori di attività:

  • 15.582.703 di euro per il finanziamento dei progetti del settore agricoltura;
  • 9.417.297 di euro per il finanziamento dei progetti del settore edilizia;
  • 5.000.000 di euro per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

Il contributo, in conto capitale, è erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65 per cento dei costi sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto, al netto dell’IVA.
Il contributo massimo per ciascuna impresa, nel rispetto del regime “de minimis”, non può superare l’importo di 50.000,00 euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a 1.000,00 euro.

Con determinazione del Direttore Centrale Prevenzione n. 83 del 28 novembre 2014, il termine di presentazione delle domanda è stato prorogato alle ore 18.00 del 15 gennaio 2015. Sono stati posticipati anche i termini per la pubblicazione online della composizione delle Commissioni e per l’attività istruttoria.

L’invio deve avvenire nei termini e con le modalità previsti dal bando.
Le imprese partecipanti sono invitate a indicare nell’oggetto della Pec, con la quale inviano la domanda, la dicitura “Bando Fipit” e a riportare il codice identificativo univoco attribuito dall’applicativo al salvataggio della domanda stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *