Lavoro

Prestazioni a sostegno del reddito e IBAN errato

Prestazioni a sostegno del reddito e IBAN errato
A causa dell’errata indicazione dell’IBAN, l’INPS si trova nella necessità di riemettere in pagamento le prestazioni a sostegno del reddito non andate a buon fine

Necessità per l’INPS di riemettere in pagamento prestazioni a sostegno del reddito non andate a buon fine per erronea indicazione del codice IBAN del legittimo beneficiario. L’Istituto con messaggio n. 4016 del 12 giugno 2015 evidenzia che tre sono le possibili cause che hanno determinato il problema:

  • erronea immissione del codice IBAN da parte dell’operatore INPS;
  • erronea comunicazione del codice IBAN da parte del richiedente la prestazione;
  • erronea comunicazione del codice IBAN da parte dell’Ente di Patronato.

Nel primo caso l’Istituto che ha sbagliato è tenuto a riemettere immediatamente il nuovo pagamento.
Nelle altre due ipotesi, trattandosi di prestazioni a sostegno del reddito che non sono andate a buon fine per erronea indicazione del codice IBAN del legittimo beneficiario, gli operatori dovranno attenersi alle seguenti istruzioni:
✓ se l’errore sul codice IBAN, formalmente corretto, risulta acceso ad un conto corrente intestato a persona diversa dal beneficiario della prestazione, sia attribuibile all’Istituto, le Strutture territoriali, provvederanno nuovamente al pagamento della prestazione al legittimo beneficiario, avviando immediatamente tutte le azioni necessarie per il recupero delle somme nei confronti del soggetto che non era il legittimo beneficiario;
✓ se l’errore di comunicazione del codice IBAN è stato compiuto dall’assicurato o dall’Ente di Patronato che ha inviato la domanda di prestazione l’Istituto è liberato dalla sua obbligazione avendo pagato a soggetto apparentemente legittimato a ricevere, quindi sarà onere dell’assicurato/patronato attivarsi per la ripetizione dell’indebito.

Tags

2 Commenti

  1. Salve, il messaggio n. 4016 del 12 giugno 2015 indicato nell’ articolo non è presente negli archivi dell’INPS!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza *Captcha loading...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close