Italia

Poletti: “Irap deprime imprese con più occupati”

Poletti: "Irap deprime imprese con più occupati"
“Moralmente sono il primo firmatario del progetto di Riforma del Titolo V, presentato dai Consulenti del Lavoro”

“Moralmente sono il primo firmatario del progetto di Riforma del Titolo V, presentato dai Consulenti del Lavoro”.

Con questo impegno il Ministro del Lavoro – Giuliano Poletti – è intervenuto ai lavori dell’8° Congresso dei Consulenti del Lavoro in corso di svolgimento a Fiuggi. Dialogando con la Presidente Marina Calderone, il Ministro si è soffermato sulle proposte della categoria sottolineando, più volte, di condividere molte delle tematiche affrontate.

“La Riforma del Titolo V – ha dichiarato Poletti – rischia di passare per una sorta di disputa per i poteri mentre è bene che si discuta su un assetto di poteri”.

Anche sul fronte della tassazione Irap, il Ministro ha sottolineato che “una tassazione che ha come riferimento il lavoro e il suo costo deprime le imprese ad alto tasso di occupazione; è un tema che va affrontato nello specifico e su questo credo che la disponibilità del Ministri e del Governo ci sia tutta”.

Parlando di riforma del mercato del lavoro, e più in generale della normativa in materia di lavoro, il Ministro Poletti è intervenuto sulla relazione lavoro-imprese e sulla modernizzazione necessaria dei contratti di lavoro: “Credo ci sia un problema culturale nella relazione lavoro-impresa secondo cui l’impresa è il luogo nel quale si sfrutta il lavoro; abbiamo bisogno di una logica partecipativa ed una riaffermazione della responsabilità. Ci sono contratti di lavoro di 250 pagine che dicono di tutto; ma che cosa fai, cosa realizzi e quanto sei responsabile del risultato non c’è scritto. Nel 2014 i contratti di lavoro sono ormai roba vecchia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *