Italia

Pil, Tesoro: stabilizzazione da III trimestre, verso uscita da recessione

Le ultime informazioni disponibili sembrano confermare l’ipotesi che il livello del Pil, e le principali componenti della domanda, si stabilizzino a partire dal terzo trimestre 2013, segnalando l’uscita dell’economia dalla recessione“.

Si legge nel documento presentato dal Tesoro in commissione Bilancio del Senato dove si sta discutendo il Ddl di Assestamento. Nel documento, consultato da Radiocor, si legge inoltre che il 10 settembre verrà diffuso il dettaglio delle componenti del Pil e contestualmente, si annuncia, l’Istat “potrebbe rivedere in modo significativo le stime per le varie componenti della domanda dei trimestri precedenti“.

Più in generale, nel documento, in linea con quanto contenuto nella Relazione al Parlamento, si rileva che, “a causa della contrazione del Pil verificatasi nella prima parte dell’anno, e in particolar modo nel primo trimestre“, la stima di aprile del Def “dovrà essere rivista al ribasso“.

Il Ministero dell’Economia riepiloga anche i provvedimenti di sostegno all’economia presi nel corso dell’anno, come il rinvio dell’aumento Iva, l’accelerazione dei pagamenti dei debiti della Pa e lo stop alla prima rata dell’Imu per la prima casa.

Sulla base delle nuove stime sul Pil e dei provvedimenti adottati, le nuove stime di finanza pubblica per gli anni 2013-2017 “mostrano un peggioramento dei valori programmatici di indebitamento netto della Pa, pari a circa 0,7 punti percentuali di Pil relativamente al solo biennio 2014-2015. Restano viceversa confermati gli obiettivi indicati nel Def 2013 per gli anni 2016-2017“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *