Lavoro

Pensionati pubblici: quattordicesima mensilità per il 2014

Pensionati pubblici: quattordicesima mensilità per il 2014
I pensionati della Gestione dipendenti pubblici interessati alla corresponsione della c.d. quattordicesima mensilità riceveranno dall’Inps una lettera con la quale saranno invitati a presentare la dichiarazione dei redditi individuali presunti, diversi da pensione, riferiti all’anno 2014

I pensionati della Gestione dipendenti pubblici interessati alla corresponsione della c.d. quattordicesima mensilità riceveranno dall’Inps una lettera con la quale saranno invitati a presentare la dichiarazione dei redditi individuali presunti, diversi da pensione, riferiti all’anno 2014.

L’Inps infatti ricorda che ai pensionati ex dipendenti pubblici che hanno compiuto o che compiono nel corso del corrente anno i 64 anni di età e che abbiano un reddito complessivo individuale pari o inferiore ad una volta e mezzo il trattamento minimo Inps (che per l’anno 2014 è pari ad € 9.776,91 annui a cui corrisponde un importo mensile di € 752,07) viene corrisposta nel mese di luglio, ovvero nell’ultima mensilità corrisposta nell’anno, una somma aggiuntiva (c.d. quattordicesima mensilità) al trattamento pensionistico il cui importo è differenziato in funzione dell’anzianità contributiva posseduta.

I pensionati interessati alla corresponsione della c.d. quattordicesima mensilità riceveranno una lettera con la quale saranno invitati a presentare alla sede competente la dichiarazione dei redditi individuali presunti, diversi da pensione, riferiti all’anno 2014.

In particolare, coloro che hanno ricevuto nel 2013 la somma aggiuntiva nonché i pensionati che compiono i 64 anni entro il 30 giugno 2014, dovranno comunicare entro il 9 maggio 2014 i redditi individuali presunti, diversi da pensione, relativi all’anno 2014 al fine di percepire, con il rateo di pensione relativo al mese di luglio 2014 l’importo corrispondente.

I pensionati che maturano il requisito anagrafico nel corso del secondo semestre del 2014 dovranno presentare l’autodichiarazione reddituale, con l’ indicazione dei redditi presunti, diversi da pensione, per l’anno 2014 in data successiva al compimento del sessantaquattresimo anno di età al fine di ottenere il pagamento della prestazione con la mensilità di dicembre 2014 in misura proporzionale al periodo temporale successivo al compimento del sessantaquattresimo anno di età.

La sede, ricevuta la dichiarazione, dovrà verificare se ricorrono o meno i requisiti di legge e riportare le informazioni necessarie nella relativa procedura informatica, escludendo i redditi da pensione in quanto questi saranno automaticamente considerati in sede di elaborazione centralizzata.

Le sedi dovranno inserire i relativi dati nei seguenti termini:

  • entro il 30 maggio 2014 per coloro che hanno già percepito nell’anno 2013 la somma aggiuntiva ovvero che compiono i 64 anni entro il 30 giugno 2014;
  • entro il termine ultimo previsto per la lavorazione della rata di pensione relativa al mese di dicembre per le ipotesi in cui il requisito anagrafico venga soddisfatto entro il secondo semestre.

La sede dovrà provvedere a notificare tempestivamente agli interessati la mancata corresponsione della somma aggiuntiva, esplicitando le relative motivazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *