Lavoro

Pensionati Inps: modello per le variazioni delle detrazioni di imposta

Predisposti dall’Inps i modelli per acquisire dai pensionati interessati le dichiarazioni finalizzati al calcolo delle detrazioni d’imposta. Il modello serve, nello specifico, per la comunicazione delle eventuali variazioni intervenute al fine di procedere al ricalcolo ed alla corretta determinazione delle detrazioni realmente spettanti in base alla variazione comunicata

Predisposti dall’Inps i modelli per acquisire dai pensionati interessati le dichiarazioni finalizzati al calcolo delle detrazioni d’imposta. Il modello serve, nello specifico, per la comunicazione delle eventuali variazioni intervenute al fine di procedere al ricalcolo ed alla corretta determinazione delle detrazioni realmente spettanti in base alla variazione comunicata.

L’Inps, in particolare, ricorda che l’art. 23, comma 2, lettera a), del D.P.R. n. 600/73, non prevede più l’obbligo di comunicazione annuale dei dati relativi a detrazioni per agevolazioni personali e/o per carichi di famiglia e dispone che la dichiarazione ha effetto anche per i periodi di imposta successivi, salvo l’obbligo di comunicare tempestivamente le eventuali variazioni.

E’ onere del sostituto di imposta acquisire le dichiarazioni fatte dai propri sostituiti ai fini del riconoscimento del diritto alle detrazioni di imposta: questo significa che l’Inps ha il compito di acquisire dai pensionati interessati dette dichiarazioni al fine di calcolare le detrazioni e di rideterminare ed applicare l’eventuale conseguente tassazione.

A tal fine e’ stato predisposto un apposito modello per la comunicazione delle eventuali variazioni intervenute al fine di procedere al ricalcolo ed alla corretta determinazione delle detrazioni realmente spettanti in base alla variazione comunicata.

Con Determinazione del Presidente n. 137 del 20 giugno 2013, è stato quindi approvato lo schema di convenzione con i soggetti compresi tra quelli abilitati all’assistenza fiscale di cui al D.Lgs. n. 241/97 per la raccolta e la trasmissione all’Inps delle dichiarazioni presentate dai pensionati ai fini delle detrazioni d’imposta, previste dall’art. 23 del D.P.R. 1973, n. 600.

I Centri di assistenza fiscale, alcune Associazioni professionali a livello nazionale e gli altri soggetti abilitati all’assistenza fiscale, se in possesso dei prescritti requisiti, hanno facoltà di stipulare convenzioni singole, aderenti allo schema.

Dette Associazioni professionali a livello nazionale, provviste di certificato digitale Entratel in corso di validità rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, in caso di stipula della convenzione si impegnano a trasmettere l’elenco dei propri iscritti alla Direzione centrale Sistemi informativi e tecnologici dell’Inps per la relativa abilitazione. Le Associazioni sono le seguenti:

  • Consiglio Nazionale Consulenti del Lavoro;
  • Istituto Nazionale Revisori Legali;
  • Associazione Nazionale Commercialisti;
  • per i Consulenti Tributari: ANCIT; ANCOT; INT; LAPET; LAIT.

Per l’inserimento del proprio nominativo nelle liste degli abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni ai fini del riconoscimento per l’anno 2013 del diritto alle detrazioni di imposta, i professionisti in possesso dei prescritti requisiti, che fanno riferimento alle suddette associazioni, devono prendere contatto con le stesse; in alternativa, essi possono autonomamente stipulare convenzioni singole, così come gli altri soggetti abilitati.

Viene confermato che il soggetto interessato deve essere in possesso di un certificato digitale Entratel in corso di validità, rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.

La stipula delle convenzioni in esame avviene presso le Direzioni metropolitane o le Direzioni provinciali Inps territorialmente competenti sul luogo in cui è situata la sede del soggetto interessato.

Sul punto, citata determinazione reca la specifica autorizzazione ai Direttori di Area metropolitana e ai Direttori provinciali a sottoscrivere, in nome, per conto e nell’interesse dell’Istituto, singole convenzioni aderenti ai rispettivi schemi. Costoro verificano il possesso di tutti i requisiti necessari al valido esercizio della facoltà di stipula da parte dei richiedenti, compresi quelli relativi alla qualità del soggetto richiedente quale soggetto abilitato alla stipula, come sopra specificato, all’insussistenza delle gravi inadempienze di cui in appresso, alla legittimazione della persona fisica che sottoscrive e alla validità del certificato Entratel.

Il possesso dei requisiti è riferito al momento della sottoscrizione della convenzione.

Sono esclusi dall’affidamento del relativo servizio, e dunque non hanno facoltà di stipulare la convenzione di che trattasi, i soggetti abilitati responsabili di gravi inadempienze, accertate nei rapporti con l’Inps, alla data della stipula della convenzione.

La convenzione risulterà attiva solo dopo aver provveduto alla registrazione in banca dati della copia elettronica della convenzione sottoscritta.

pagamenti per i servizi resi a norma della convenzione di cui alla presente circolare sono gestiti, relativamente ai CAF, dalla Direzione centrale Pensioni dell’Inps e, relativamente agli altri soggetti, dalle Direzioni metropolitane o provinciali presso le quali è avvenuta la stipula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *