Fisco

ODCEC Milano sul processo tributario telematico: critiche e proposte per il Mef

Modalità digitale di presentazione degli atti non coordinata con la modalità di presentazione analogica. Compilazione della NIR ancora troppo complessa. Conversione difficoltosa dei file destinati al SIGIT

ODCEC Milano sul processo tributario telematico: critiche e proposte per il Mef
Modalità digitale di presentazione degli atti non coordinata con la modalità di presentazione analogica. Compilazione della NIR ancora troppo complessa. Conversione difficoltosa dei file destinati al SIGIT. Si tratta delle tre principali problematiche del Processo Tributario Telematico che sono state individuate dall’ODCEC di Milano e messe in evidenza all’interno del comunicato stampa del 29 maggio 2018

ODCEC Milano e le Commissioni Tributarie Regionale e Provinciale di Milano, riunite in un tavolo di lavoro, hanno individuato alcuni aspetti critici del Processo Tributario Telematico (PTT) e formulato diverse proposte al Ministero dell’Economia e delle Finanze, gestore della piattaforma telematica SIGIT.

Sono tre le principali problematiche del PTT individuate: la mancanza di coordinamento tra la nuova modalità digitale di presentazione degli atti e la (ancora possibile) modalità analogica; la necessità di semplificare la compilazione della NIR, che ad oggi presenta troppe rigidità di sistema, come i numerosi campi obbligatori “bloccanti”; le difficoltà nella conversione dei file destinati a SIGIT, per la quale ODCEC Milano propone che venga fornito, sulla piattaforma stessa, un programma di conversione adeguato ai requisiti previsti.

Infine, si è rilevato che la piattaforma presenta alcuni, pur lievi, ritardi già evidenti con un utilizzo limitato da parte degli utenti. Bisogna quindi esser certi del perfetto funzionamento del sistema, quando l’afflusso di dati sarà certamente superiore a quello attuale.

“ODCEC Milano è convinto che le soluzioni proposte renderebbero lo strumento telematico di più facile fruizione per un numero sempre più ampio di professionisti – dichiara Nancy Saturnino, Consigliere di ODCEC Milano – ed è importante far emergere e correggere ora le criticità, prima che il sistema divenga di uso obbligatorio”.

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano auspica che venga avviato un confronto fra il MEF e tutte le realtà interessate finalizzato al miglioramento del PTT.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza *Captcha loading...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close