Fisco

Nuovo look per la Guardia di Finanza

Nuovo look per la Guardia di Finanza
Dal 1° luglio 2015 entrerà in vigore la riorganizzazione del corpo guidato dal generale Saverio Capolupo

A ogni Authority la sua Guardia di Finanza. Dal 1° luglio 2015, infatti, entrerà in vigore la riorganizzazione del corpo guidato dal generale Saverio Capolupo. E il restyling, secondo la circolare organizzativa dello scorso 28 aprile 2015, prevede che ogni autorità potrà avvalersi di un nucleo speciale.
L’ultimo, in ordine di arrivo, è il nucleo speciale anticorruzione che andrà a coadiuvare l’attività dell’Autorità in materia di prevenzione della corruzione e degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusioni di informazioni.
Per quanto riguarda gli appalti pubblici elaborerà i progetti operativi, svilupperà l’analisi tattica, svolgerà compiti di esecuzione e di direzione operativa.
Farà controlli in materia di assegnazione degli incarichi e dell’osservanza delle procedure di controllo dei costi delle pubbliche amministrazioni.

La riorganizzazione coinvolge tutti i reparti del corpo.
I comandi tutela economia e finanza pubblica, ad esempio, sono accorpati in un unico centro di responsabilità di II livello con il nuovo nome Comando tutela economia e finanza.
Il nuovo comando è competente in materia di spesa pubblica, di danni erariali, di frodi al bilancio comunitario e di uscite dal bilancio nazionale e degli enti locali.
Spetteranno al Comando compiti di analisi operative, relazioni operative e elaborazioni di progetti, l’analisi tattica e il supporto di conoscenze.
Il Comando dà una supervisione del sistema informativo antifrode.
In questo caso si occuperà di gestire la piattaforma informatica, supporta i reparti territoriali e speciali.

Tornando ai nuclei speciali, legati alle Autorità, si conferma quello presso il Garante privacy che avrà compiti operativi e di esecuzione di attività richieste dallo stesso Garante.
Il Nucleo speciale frodi tecnologiche collabora con l’Agenzia per l’Italia digitale e si occupa di analizzare i fenomeni criminali, il monitoraggio della rete informatica per la ricerca degli illeciti penali e amministrativi realizzati attraverso il web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *