Diritto

Nuova modulistica per le Cdc

Nuova modulistica per le Cdc
Dal 15 luglio dovrà essere utilizzata la nuova modulistica informatica per il registro imprese e il Rea dedicata alla pmi innovative, alle start-up a vocazione sociale, alle cooperative e alle modalità di registrazione del decesso, recesso ed esclusione del socio di società di persone

Dal 15 luglio dovrà essere utilizzata la nuova modulistica informatica per il registro imprese e il Rea dedicata alla pmi innovative, alle start-up a vocazione sociale, alle cooperative e alle modalità di registrazione del decesso, recesso ed esclusione del socio di società di persone. L’aggiornamento delle specifiche tecniche si è reso necessario al fine di adeguare la modulistica alle recenti nuove disposizioni normative, che riguardano specificamente la sezione speciale dedicata alle pmi innovative, le start-up a vocazione sociale, le modalità di registrazione del decesso, recesso ed esclusione del socio di società di persone e i dati relativi alle società cooperative ai fini dell’inserimento degli stessi nell’albo dedicato. E con il decreto direttoriale del 22 giugno 2015 (che si appresta ad approdare in gazzetta ufficiale) che il Ministero dello sviluppo economico, ha approvato le modifiche alle specifiche tecniche per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all’ufficio del registro delle imprese, per via telematica o su supporto informatico.

Il decreto attua i primi accorpamenti tra camere di commercio a livello di registro delle imprese e di Rea e prende atto anche di quanto disposto all’art. 4, comma 9, lett. b) del disegno di legge sulla riforma della scuola (A.C. 2994 – A.S. 1934), dove si prevede la istituzione di una sezione speciale del registro delle imprese a cui devono essere iscritte le imprese per l’alternanza scuola-lavoro. Tale sezione consentirà la condivisione delle informazioni relative all’anagrafica, all’attività svolta, ai soci e agli altri collaboratori, al fatturato, al patrimonio netto, al sito internet e ai rapporti con gli altri operatori della filiera delle imprese che attivano percorsi di alternanza.

Le presenti specifiche tecniche acquistano efficacia con decorrenza dal 15 luglio 2015, con l’eccezione della implementazione della sezione speciale del registro delle imprese relativa alla alternanza scuola-lavoro, che acquisterà efficacia con l’entrata in vigore della legge di riforma della scuola.

A partire dal 15 settembre 2015 non potranno più essere utilizzati programmi realizzati sulla base delle specifiche tecniche approvate con precedenti decreti ministeriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *