Fisco

Nuova causale per il versamento del contributo addizionale CIG

Nuova causale per il versamento del contributo addizionale CIG
L’Agenzia delle Entrate ha istituito la nuova causale contributo “RCAD” per il versamento, tramite modello F24, del contributo addizionale dovuto alla Cassa integrazione guadagni in seguito alle attività di recupero

Con la risoluzione n. 24/E del 4 marzo 2015, l’Agenzia delle Entrate comunica l’istituzione della causale contributo per il versamento, mediante modello F24, delle somme dovute a titolo di contributo addizionale Cassa integrazione guadagni a seguito dell’attività di recupero.

La nuova causale è denominata “RCAD”, avente il valore di “Recupero contributo addizionale CIG”.

In sede di compilazione del modello F24, la suddetta causale è esposta nella sezione “INPS”, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza, esclusivamente, delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando:

  • nel campo “codice sede”, il codice della sede Inps competente;
  • nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, la matricola Inps dell’azienda;
  • nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, è indicato il mese e l’anno di riscossione del contributo, nel formato “MM/AAAA”; la colonna “a mm/aaaa” non deve essere valorizzata.
Con la risoluzione n. 31/E del 23 marzo 2015 l’Agenzia delle Entrate ha modificato le istruzioni per l’utilizzo della causale contributo “RCAD” per il versamento, tramite modello F24, del contributo addizionale dovuto alla Cassa integrazione guadagni in seguito alle attività di recupero.
Agenzia delle Entrate – Risoluzione N. 24/E/2015

Potrebbe anche interessarti: Addizionale CIG: nuove regole per l’utilizzo della causale in F24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *