Fisco

Niente bollo per i ticket sanitari

Sono sempre esenti da bollo le ricevute di pagamento rilasciate a fronte di prestazioni ambulatoriali erogate nell’ambito del Servizio sanitario nazionale. E ciò nel caso in cui l’importo complessivo ecceda il limite di 77,47 euro.

È questo il chiarimento fornito dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 9/E del 15 gennaio. Il documento di prassi precisa che il pagamento del ticket rientra tra le prestazioni elencate all’art. 9 della Tabella B allegata al D.P.R. n. 642/1972, che esenta dal pagamento dell’imposta “gli atti e i documenti in materia di assicurazioni sociali obbligatorie e le ricevute dei contributi”.

Secondo l’Agenzia, infatti, nell’ambito applicativo di tale disposizione devono essere ricondotte anche le ricevute che attestano il pagamento del ticket sanitario, in quanto tale pagamento concretizza un contributo obbligatorio che il cittadino deve versare, a norma di legge, per ottenere l’assistenza sanitaria.

Pertanto, rientrando tali ricevute in un regime di esenzione “assoluta”, le stesse non dovranno essere assoggettate a imposta, ancorché l’importo sia superiore al limite di 77,47 euro, previsto dall’art. 13, Tariffa annessa al D.P.R. n. 642/1972.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *