Lavoro

Marittimi: pensione anticipata di vecchiaia con almeno 520 settimane di navigazione

Marittimi: pensione anticipata di vecchiaia con almeno 520 settimane di navigazione
Chiarimenti in merito all’accertamento del requisito di almeno 520 settimane di effettiva navigazione al servizio di macchina o di stazione radiotelegrafica di bordo nei casi di marittimi che svolgano periodi di navigazione con doppia qualifica di comandante e di direttore di macchina e chiedano l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata

La normativa prevede il diritto dei marittimi al conseguimento della pensione anticipata di vecchiaia al compimento del cinquantaseiesimo anno di età fino al 31 dicembre 2015, del cinquantasettesimo anno di età fino al 31 dicembre 2017 e del cinquantottesimo anno di età a decorrere dal 1° gennaio 2018, a condizione del possesso di almeno 1.040 settimane di contribuzione (escludendo i periodi assicurativi non corrispondenti ad attività di navigazione), di cui almeno 520 settimane di effettiva navigazione al servizio di macchina o di stazione radiotelegrafica di bordo.

Nel messaggio n. 2409 del 7 aprile 2015, l’INPS comunica che per i lavoratori marittimi che abbiano ricoperto contemporaneamente diverse qualifiche, il periodo di svolgimento dell’effettiva navigazione al servizio di macchina o di stazione radiotelegrafica, deve essere attestata dall’azienda armatoriale con esplicita assunzione di responsabilità su quanto dichiarato, utilizzando l’apposito modello.

Nel caso in cui una o più Aziende siano impossibilitate di rendere la dichiarazione, quest’ultima dovrà essere sostituita con una dichiarazione del lavoratore interessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *