Italia

Manager italiani, classifica degli stipendi: ecco i 10 più ricchi

Come ogni anno in questo periodo escono i bilanci delle maggiori società quotate in Borsa con i relativi compensi per Manager, Presidenti e Amministratori delegati
Come ogni anno in questo periodo escono i bilanci delle maggiori società quotate in Borsa con i relativi compensi per Manager, Presidenti e Amministratori delegati

Dopo i più ricchi al mondo secondo Forbes ed i manager Paperoni delle aziende pubbliche (che vedono ora a rischio i propri super-compensi dopo che Renzi ha espresso il proposito di fissare un tetto ai loro stipendi), vediamo la lista dei dieci manager privati più pagati nell’imprenditoria italiana, ed i loro compensi relativi al 2013.

FRANCO BERNABE’

Al primo posto c’è l’ex Presidente esecutivo di Telecom Italia Franco Bernabè con oltre 8,2 milioni di euro. A Bernabè, rimasto in carica fino al 3 ottobre dell’anno scorso, sono andati – all’interno degli 8,2 milioni -, 5,6 milioni come liquidazione e patto di non concorrenza.

ENRICO CUCCHIANI

Enrico Cucchiani ha ricoperto il ruolo di Amministratore delegato di Intesa Sanpaolo fino al 29 settembre 2013. In totale, nel 2013 Cucchiani ha guadagnato 6,1 milioni, inclusi 3,6 milioni “a fronte di recesso unilaterale anticipato”.

SERGIO MARCHIONNE

Al terzo posto Sergio Marchionne: tra l’incarico di Amministratore delegato Fiat e di Presidente Cnh Industrial, la sua remunerazione è arrivata a quota 5,9 milioni di euro.

LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO

Luca Cordero di Montezemolo, Consigliere Fiat e Presidente della Ferrari, ha guadagnato nel 2013 un compenso di 5,5 milioni.

PAOLO SCARONI

Potrebbe perdere il ruolo di Amministratore delegato dell’Eni (pare che nel toto-nomine per le partecipate Matteo Renzi voglia rimuoverlo), ma nel 2013 Paolo Scaroni ha percepito un compenso di 4,5 milioni di euro. Ai quali si potrebbero aggiungere un trattamento di fine mandato plurimilionario dopo oltre nove anni a capo dell’azienda. L’azienda ha infatti calcolato, in caso di addio di Scaroni, un’indennità integrativa fissa di 3,2 milioni, più una parte variabile, più un patto di non concorrenza da 2,2 milioni, oltre ai trattamenti previdenziali/contributivi.

ANDREA GUERRA

Andrea Guerra, l’Amministratore delegato di Luxottica, ha guadagnato 4,4 milioni di euro. L’azienda ha peraltro appena chiuso un accordo con Google Glass.

MARIO GRECO

A Mario Greco, Amministratore delegato di Generali, 3,6 milioni di euro.

CARLO CIMBRI

Carlo Cimbri, Amministratore delegato Unipol Gf, ha guadagnato 3,2 milioni di euro.

ALBERTO NAGEL

2,2 milioni di euro il compenso totale dell’Amministratore delegato di Mediobanca.

RENATO PAGLIARO

Al decimo posto Renato Pagliaro, presidente Mediobanca. Stipendio 2013: 2,2 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *