Italia

Lotta al sommerso, più controlli in banca. E si prepara la Superanagrafe

Lotta al sommerso: più controlli in banca. Il fisco chiede sempre più aiuto alle banche per la lotta all’evasione. Nel giro di due anni è cresciuto a due cifre il numero dei contribuenti per cui l’Agenzia delle Entrate ha usato indagini finanziarie a supporto degli accertamenti. E nell’ultimo quinquennio è cresciuto costantemente il numero delle verifiche in banca.

Si prepara inoltre al debutto la Superanagrafe dei conti correnti, che prevede l’invio automatico di dati dagli intermediari finanziari alle Entrate, per creare liste selettive di contribuenti a rischio evasione. Le prime informazioni, relative al 2011 – saldi iniziali e finali dell’anno e importi totali delle movimentazioni – devono essere inviate entro fine ottobre.

Più spazio agli avvocati nella nuova mediazione. La mediazione resta una procedura stragiudiziale, ma dovrà essere affrontata con l’assistenza dell’avvocato. È confermato l’obbligo di impegnarsi a cercare l’accordo – in una serie di materie – prima di portare la lite davanti al giudice, ma per assolverlo basterà un solo incontro concluso senza risultato e per cui l’organismo di mediazione non dovrà essere compensato. E il meccanismo è “a tempo”: la mediazione riparte per quattro anni e già dopo due il ministero della Giustizia dovrà monitorare gli esiti della sperimentazione.

È questa, in sintesi, la nuova formula della mediazione delle controversie civili e commerciali che le commissioni della Camera hanno inserito nel decreto del fare (Dl n. 69/2013), approvato dall’Aula di Montecitorio venerdì scorso e ora destinato al Senato.

Bilanci delle Pmi: si salva solo il patrimonio. Le piccole e medie imprese guadagnano, in tre anni, 54 miliardi di capitale netto. Si tratta dell’unico spiraglio di luce presente nell’osservatorio di Cerved Group che analizza i bilanci delle imprese. Il quadro complessivo, ad esclusione del dato sulla patrimonializzazione, è preoccupante. Dopo due anni di ripresa i bilanci delle società hanno nuovamente invertito la tendenza, toccando valori più negativi, di quelli registrati nel 2009, all’apice della crisi economica. Crolla la redditività e aumenta il peso degli oneri finanziari sul Mol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *