Fisco

Legge di Stabilità 2016: ammortamento del 140% per l’acquisto di un’automobile

Legge di Stabilità 2016: ammortamento del 140% per l'acquisto di un'automobile
Anche l’automobile rientra tra i beni strumentali che beneficeranno del super ammortamento del 140%, ma solo piccola cilindrata

La legge di Stabilità, in un progetto di rilancio dei consumi e degli investimenti, ha previsto il cosiddetto “super ammortamento” per l’acquisto di beni materiali e strumentali nuovi. Il provvedimento non è concesso esclusivamente alle aziende ed alle imprese (anche individuali), ma anche ai professionisti. Anche le automobili rientrano tra questi beni che è possibile acquistare e che potranno essere ammortizzati con un surplus del 40% dei soldi spesi per l’acquisto. Il periodo utile per effettuare questi acquisti è già partito il 15 ottobre 2015 e ci sarà tempo per sfruttarne l’opzione fino al 31 dicembre 2016.

Come funziona il pacchetto normativo
Soprattutto per l’acquisto di automobili, la nuova normativa è particolarmente vantaggiosa rispetto a quella in vigore oggi. Infatti, fino alla nuova legge di Stabilità, le spese sostenute per l’acquisto di una autovettura erano pari al 20% del prezzo di acquisto fino al limite massimo di euro 18.075,99. Acquistare una autovettura più costosa, dal punto di vista della deducibilità non aveva alcun valore per via del limite prima citato. Anche il super ammortamento di nuova concezione non avrebbe senso perché sarebbe inutile aumentare del 40% il valore di acquisto di un bene se poi il limite di ammortamento è già fissato. Per questa ragione, la nuova legge prevede che venga aumentato del 40% il limite su cui calcolare la deduzione e nello stesso tempo aumentata del 40% la percentuale di deducibilità. In parole povere, da oggi si potrà ammortizzare la macchina al 28% e fino a euro 25.306,39. Si nota facilmente che comprare una automobile di 18.000 euro porterà il beneficio di scaricarne il 28% di 25.000 euro circa. È altrettanto evidente che acquistare una autovettura che in denaro superi il nuovo limite non produrrà alcun beneficio se non quello della percentuale di ammortamento (il 28%).

Che regole bisogna seguire?
Non essendo ancora definitivamente approvata la legge di Stabilità, i dubbi su cosa si debba fare sono tanti. L’unica certezza è la data di start-up del provvedimento che coincide con l’approvazione della manovra finanziaria da parte del Consiglio dei Ministri. Dal 15 ottobre, tutti i beni materiali e strumentali possono usufruire del super ammortamento. Sicuramente non cambierà niente per le modalità tecniche di deduzione in quanto l’acquisto dovrebbe avere la validità dal momento in cui si è perfezionato, cioè da quando il bene oggetto passa di proprietà ed inizia ad essere utilizzato dal compratore. Questo a prescindere dal pagamento, che può essere dilazionato, soggetto a leasing o con qualsiasi forma di finanziamento. L’inizio dell’utilizzo del bene è importante perché coincide con l’inizio del periodo di ammortamento che a sua volta deve coincidere con il periodo di esercizio. Per esempio, se oggi si effettua un acquisto di un bene che iniziamo ad utilizzare dal 1° gennaio, l’inizio dell’ammortamento sarà dal prossimo anno e quindi inizieranno i benefici fiscali solo dal 2017. Solo per i lavoratori autonomi questa regola non vale perché il tutto è perfezionato alla data di acquisto del bene.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza *Captcha loading...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close