Lavoro

Lavoro, la top 10 dei profili più ricercati dalle aziende

La classifica dei lavori più richiesti secondo il 2013 Talent Shortage Survey
La classifica dei lavori più richiesti secondo il 2013 Talent Shortage Survey

Sembra quasi un paradosso, dato il drammatico contesto occupazionale, ma molte imprese faticano a trovare manodopera disponibile e qualificata. Nella fattispecie, secondo la recente indagine di ManPower Group (2013 Talent Shortage Survey), condotta in 41 Paesi, più di un terzo dei datori di lavoro nel mondo (oltre il 35% delle imprese) non riesce ad assumere persone professionalmente adatte ai profili richiesti dalla loro azienda. Ecco la top ten dei profili professionali più difficili da reclutare in Italia, secondo lo studio della multinazionale sulla carenza di talenti.

1. COMMERCIALI

In vetta alla classifica dei profili più ricercati troviamo i commerciali e gli esperti nella vendita. Le aziende sono sempre più esigenti e attente ai costi e la figura del commerciale assume un ruolo chiave quale conoscitore del mercato e delle potenzialità di distribuzione all’estero del prodotto.

2. ESPERTI IN AMBITO AMMINISTRATIVO

Segretarie, assistenti di direzione, esperti in ambito amministrativo e di back office sono figure intramontabili in ogni azienda. La difficoltà denunciata relativa al loro reclutamento è da attribuire allo scarso adeguamento dei profili a un mondo del lavoro sempre più tecnologico e multimediale.

3. TECNICI IT

I professionisti del web occupano la terza posizione del Talent Shortage Survey, nella classifica relativa al nostro Paese. La dicitura “IT Staff” racchiude in realtà un mondo molto ampio, sicuramente di grande interesse per le aziende.

4. TECNICI SPECIALIZZATI

Le aziende italiane confermano per il 2013 una crescente difficoltà a trovare talenti qualificati soprattutto in ambito tecnico specializzato.

5. CONTABILI

Difficile reclutare professionisti nel settore della contabilità e della finanza. E’ quanto emerge dall’indagine di ManPower, a testimonianza di come, anche le figure più tradizionali, necessitino di un adeguamento delle competenze tecniche e trasversali ad un contesto lavorativo sempre più tecnologico e caratterizzato dalla forte connettività.

6. SALES MANAGER

Un buon responsabile del settore vendite è una figura altamente ‘gettonata’ dalle aziende. Si trova a definire gli obiettivi (e quindi assegnare il budget) e deve coordinare forza vendita, le cui capacità e motivazioni determineranno il raggiungimento o meno del risultato commerciale. Deve essere abile nell’interfacciarsi con l’ambiente esterno (concorrenza, esigenze dei clienti, ecc.) e l’ambiente interno rappresentato dalle strategie e dalle risorse aziendali.

7. INGEGNERI

Figure specializzate in ambito ingegneristico non dovrebbero avere difficoltà a trovare un impego, se è vero che le aziende lamentano una carenza di personale disponibile in questo settore.

8. AUTISTI

Una difficile reperibilità si evidenzia anche per quelle figure che si potrebbero definire “tradizionali”, come gli autisti.

9. OPERATORI DI MACCHINE

Le aziende italiane, secondo l’indagine di ManPower, denunciano difficoltà a reclutare personale con competenze tecniche specifiche del ruolo, come nel caso di operatori di macchine automatiche.

10. PROFESSIONISTI NEL SETTORE ACQUISTI

Il decimo posto è occupato dai profili che operano in ambito procurement: professionisti nel settore acquisti gestione commesse. Una new entry nella classifica di ManPower, che testimonia l’importanza raggiunta da figure impegnate nell’approvvigionamento e nell’acquisto di beni da fonti esterne, abili ed oculati nella gestione del budget di spesa, finalizzata all’abbattimento dei costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *