Lavoro

Lavoratori stranieri, le richieste di emersione potrebbero sfondare quota 140mila

Like
Love
Haha
Wow
Sad
Angry
Hai lasciato una reazione al post "Lavoratori stranieri, le richieste di emersione..." Adesso

Potrebbero essere più numerose, e “sfondare” quota 140 mila, le richieste di regolarizzazione dei lavoratori stranieri da vagliare, rispetto a quelle arrivate alla scadenza della “finestra” di un mese concessa ai datori di lavoro, il 15 ottobre scorso. La procedura di emersione si era infatti conclusa con 134.576 domande inviate online, ma altre 7-8 mila richieste sono state compilate e non inviate, benchè in molti casi fosse stato pagato il contributo di mille euro per ogni lavoratore da mettere in regola. La novità è stata resa nota, nel corso di un convegno sull’emersione organizzato dalla Uil, per bocca del sottosegretario all’Interno, Saverio Ruperto. «Il Governo – ha annunciato – è orientato a considerare come se l’invio fosse stato compiuto».
Invio compiuto per chi ha pagato il contributo
«È emerso – ha affermato Ruperto – che un certo numero di richieste, per le quali era stato comunque pagato il contributo forfettario richiesto per ogni lavoratore irregolare – ha spiegato – non sono state poi inviate. Io penso che una volta assolto l’onere economico non avrebbe senso penalizzare chi vuole far emergere e dunque anche per questi casi l’orientamento sarà quasi sicuramente quello di considerarli come se l’invio fosse stato compiuto».
Squilibrio tra lavoratori domestici e subordinati
Ruperto ha sottolineato che «c’è una differenza che colpisce» tra il numero delle domande per i lavoratori domestici e quelle per i lavoratori subordinati, molto sbilanciata (116mila contro appena 18.600) e non ha escluso che alcuni datori di lavoro abbiano fatto richiesta in un settore diverso da quello in cui l’immigrato è effettivamente occupato, salvo poi cambiare il contratto subito dopo.
La Uil: ecco i costi della regolarizzazione
Secondo i calcoli della Uil, regolarizzare una colf è costato 2.000 euro contro 6-10 mila euro di un lavoratore impiegato in altri settori. «Il Viminale effettuerà controlli a campione per verificare la corrispondenza tra le dichiarazioni rese e l’effettiva realtà lavorativa», ha assicurato il sottosegretario.

Like
Love
Haha
Wow
Sad
Angry
Hai lasciato una reazione al post "Lavoratori stranieri, le richieste di emersione..." Adesso
Print Friendly, PDF & Email
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close