Lavoro

Lavoratori marittimi: istruzioni su anticipazione e conguaglio delle prestazioni diverse dalla malattia

Lavoratori marittimi: istruzioni su anticipazione e conguaglio delle prestazioni diverse dalla malattia
L’INPS ha fornito le istruzioni operative per la gestione diretta delle attività relative all’accertamento, riscossione dei contributi e all’erogazione delle prestazioni di malattia, maternità, disabilità, donazione di sangue e midollo osseo e la determinazione delle competenze territoriali

L’INPS tenuto conto che la categoria degli assicurati ex Ipsema presenta peculiarità normative relativamente alla tutela per gli eventi di malattia dei lavoratori marittimi, ha fornito, con circolare n. 173 del 23 ottobre 2015, le istruzioni operative per la gestione diretta delle attività relative all’accertamento, riscossione dei contributi e all’erogazione delle prestazioni di malattia, maternità, disabilità, donazione di sangue e midollo osseo e la determinazione delle competenze territoriali.

I principali argomenti affrontati nella circolare riguardano:

  • la modalità di erogazione delle prestazioni ai lavoratori assicurati ex IPSEMA;
  • le prestazioni per le quali è possibile procedere all’anticipazione ed al conguaglio;
  • i datori di lavoro ed i lavoratori interessati;
  • le istruzioni operative per il conguaglio delle prestazioni anticipate dal datore di lavoro;
  • le modalità di presentazione da parte del lavoratore delle domande di prestazione diverse dalle indennità di malattia e relativa competenza territoriale;
  • la cristallizzazione delle competenze territoriali per i lavoratori dipendenti da aziende non optanti per il conguaglio e per le indennità a tutela della malattia.

E’ l’INPS che, allo stato attuale, provvede direttamente al pagamento agli aventi diritto delle prestazioni di malattia e maternità per alcune categorie di lavoratori ed è stabilito dalla normativa che, fino alla data di entrata in vigore della legge di riordinamento della materia concernente le prestazioni economiche l’accertamento, la riscossione dei contributi sociali di malattia e il pagamento delle prestazioni economiche di malattia e maternità, per gli iscritti alle casse marittime per gli infortuni sul lavoro e le malattie restano affidati, con l’osservanza delle norme già in vigore, alle gestioni previdenziali delle casse stesse.

L’INPS ha specificato dunque nella circolare, che nell’ambito del processo di progressiva armonizzazione delle lavorazioni, ha proceduto ad una prima integrazione delle modalità di erogazione delle prestazioni diverse dalla malattia con quelle previste per la generalità dei lavoratori. Inoltre ha realizzato le opportune implementazioni informatiche per consentire, ai datori di lavoro del personale assicurato ex-IPSEMA che ne facciano richiesta, di anticipare ai lavoratori le prestazioni diverse dalla malattia e di procedere al conguaglio delle stesse.

Al fine di agevolare l’utenza nel corretto invio della certificazione medica e della documentazione necessaria alla lavorazione della pratica fornendo un quadro certo e stabile delle competenze territoriali delle Strutture INPS deputate a lavorare le prestazioni ex-IPSEMA, sono state cristallizzate le competenze territoriali come da tabella allegata alla circolare. Questo comporta che l’Istituto non potrà prendere in considerazione eventuali ulteriori modifiche dei bacini di utenza sopra indicati, sia in termini di diversa ripartizione delle regioni/province fra i Poli sia in termini di diversa individuazione delle Strutture Polo.

Inps – Circolare N. 173/2015
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza *Captcha loading...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close