Diritto

La dichiarazione ICI è efficace anche per gli anni successivi

La dichiarazione ICI è efficace anche per gli anni successivi se manca una nuova dichiarazione che può essere fatta anche da società del gruppo non proprietaria
La dichiarazione ICI è efficace anche per gli anni successivi se manca una nuova dichiarazione che può essere fatta anche da società del gruppo non proprietaria

La dichiarazione ICI ha effetto, ex art. 10, comma 4, del D.Lgs. n. 504/1992, anche per gli anni successivi qualora non intervenga una nuova dichiarazione; non risulta decisiva la circostanza che la dichiarazione sia effettuata da società diversa da quella proprietaria dell’immobile soggetto ad imposta, ove la prima appartenga allo stesso gruppo di società, data l’irrilevanza soggettiva del dichiarante. Sono questi i principi stabiliti dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 5399 del 18 marzo 2015.

IL FATTO
In data 12 febbraio 2003 una società presentava istanza di rimborso integrale della ICI versata in riferimento all’anno di imposta 2002 e, successivamente, impugnava il silenzio-rifiuto del Comune davanti alla Commissione Tributaria Provinciale la quale rigettava il ricorso.

La società affermava che i terreni sui quali aveva pagato l’ICI, posti all’interno del perimetro della zona turistica esclusiva denominata Costa Smeralda, non avevano natura di area edificabile in quanto soggetti ai vincoli del piano paesaggistico territoriale della Gallura mentre, al contrario, secondo il Comune trattavasi di aree utilizzabili a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali.

Su ricorso in appello proposto dalla società contribuente, la Commissione Tributaria Regionale riformava parzialmente la sentenza di primo grado e dichiarava che la società aveva diritto al rimborso del 70% della somma versata al Comune a titolo di ICI conseguentemente ritenendo il Comune tenuto a rimborsare il suddetto importo versato dalla società per l’anno 2002.

Avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale ha proposto ricorso per cassazione il Comune, in particolare sostenendo, per quanto qui di interesse, l’erroneità della sentenza impugnata, per non aver il giudice di appello tenuto conto dell’Accordo di Programma siglato in base alla legge regionale nel quale non era stata presentata alcuna dichiarazione rettificativa e/o integrativa del valore dell’area da parte della contribuente.

LA DECISIONE DELLA CORTE DI CASSAZIONE
La Corte di Cassazione accoglie il ricorso presentato dal Comune. Sul punto, precisano gli Ermellini che il giudice di appello non avrebbe dovuto, tanto più in mancanza di domanda specifica, rideterminare il valore dell’area proponendo una soluzione equitativa al fine di “trovare un equilibrio tra il valore dei terreni prima e dopo l’entrata in vigore della legge paesaggistica regionale” e disporre così un rimborso del 70% dell’imposta ICI versata a suo discrezionale giudizio. In ogni caso il giudice di secondo grado non ha tenuto conto che il valore venale imponibile ICI era stato spontaneamente dichiarato dalla stessa contribuente con dichiarazione presentata nel 1994, cioè dopo l’istituzione degli Accordi di Programma di cui all’art. 28 della legge regionale n. 45/1989, costituenti un mero piano attuativo della pianificazione urbanistica territoriale vigente, e che tale valore non era stato mai disconosciuto dalla società la quale non ha mai presentato alcuna dichiarazione rettificativa e/o integrativa del valore dell’area.

A tal riguardo la Suprema Corte osserva che la dichiarazione ICI ha effetto, ex art. 10, comma 4, del D.Lgs. n. 504/1992, anche per gli anni successivi qualora non intervenga una nuova dichiarazione e che non risulta decisiva la circostanza che la dichiarazione è stata effettuata da società diversa dalla S.r.l., appartenente allo stesso gruppo di società, data l’irrilevanza soggettiva del dichiarante.

Da qui, dunque, l’accoglimento del ricorso.

Corte di Cassazione – Sentenza N. 5399/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *