Fisco

IVA 2015, pronti i modelli in bozze

IVA 2015, pronti i modelli in bozze
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato in bozza i modelli IVA Base e IVA 2015, con le relative istruzioni. I dichiarativi, relativi al periodo d’imposta 2014, recepiscono le ultime modifiche normative

Sono online, nella sezione “Modelli in bozze” del sito web dell’Agenzia delle Entrate, le bozze dei modelli di dichiarazione IVA 2015 e IVA Base 2015 per il periodo d’imposta 2014, con le modifiche atte a recepire le novità normative in materia di IVA introdotte dal Decreto sulle Semplificazioni fiscali (D.Lgs. n. 175/2014) in materia di rimborsi e lettere d’intento, nonché le novità riguardanti le opzioni esercitate dalle società agricole per la determinazione forfetaria del reddito.

In particolare, nel quadro VX, il rigo VX4 è stato modificato per recepire le nuove modalità di esecuzione dei rimborsi introdotte dall’art. 13 del Decreto Semplificazioni, che ha modificato l’art. 38-bis del D.P.R. n. 633/1972, prevedendo la necessità di prestare idonea garanzia solo per rimborsi di importo superiore a 15 mila euro e laddove l’istanza provenga da soggetti in particolari situazioni (soggetti che esercitano l’attività da meno di due anni, o ai quali negli ultimi due anni è stato notificato un avviso di accertamento o di rettifica, ecc.): per i rimborsi di importo inferiore non è invece richiesta alcuna garanzia, mentre per quelli superiori a 15 mila euro chiesti da soggetti non ricadenti nelle situazioni di cui sopra è necessario, per l’esonero dalla garanzia, che la dichiarazione rechi il visto di conformità e sia accompagnata dalla dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

Al fine di recepire dette novità normative, sono stati eliminati i campi riservati ai contribuenti virtuosi ed è stato inserito il nuovo campo 6 riservato ai contribuenti non tenuti alla presentazione della garanzia. Inoltre, sono state introdotte le dichiarazioni sostitutive di atto notorio per attestare la condizione di operatività e la solidità patrimoniale.

Altre novità del modello IVA 2015 riguardano il quadro VE: nella sezione 4 (“Operazioni che concorrono alla formazione del plafond”), il rigo VE30 – nel quale gli esportatori abituali indicheranno gli stessi dati contenuti nel nuovo modello di lettera d’intento introdotto dall’art. 20 del Decreto Semplificazioni – è stato implementato con l’introduzione del nuovo campo 5 denominato “Operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione”, che si aggiunge ai campi “Esportazioni”, “Cessioni intracomunitarie”, “Cessioni verso San Marino”. Inoltre, sempre nella sezione 4, il rigo VE34 da quest’anno è denominato “Operazioni non soggette all’imposta ai sensi degli articoli da 7 a 7-septies”: lo scorso anno dette operazioni erano indicate nel rigo VE39. Infine, nel quadro VO (“Comunicazione delle opzioni e revoche”) sono state previste le caselle (rigo VO23 e VO24) relative alle opzioni – di cui all’art. 1, commi 1093 e 1094, della Legge n. 296/2006 – esercitate dalle società agricole per la determinazione forfetaria del reddito (“Determinazione del reddito agrario per le società agricole” e “Determinazione del reddito per le società costituite da imprenditori agricoli”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *