Italia

Istat: inflazione in lieve accelerazione, +0,3 a giugno, +1,2% sul 2012

L’inflazione a giugno in Italia aumenta dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,2% su quanto registrato a giugno 2012 (era +1,1% a maggio). I dati definitivi diffusi oggi dall’Istat confermano le stime preliminari diffuse dall’istituto di statistica. La lieve accelerazione dell’indice nazionale dei prezzi al consumo a giugno è dovuta soprattutto alla ripresa dei prezzi dei beni energetici non regolamentati, che crescono su base mensile dello 0,5%, con una sensibile attenuazione della flessione su base annua (-1,8%, da -4,8% di maggio). L’inflazione acquisita per il 2013 è pari all’1,1%.

Il rialzo congiunturale dell’indice generale – spiega l’Istat – è dovuto anche agli aumenti su base mensile dei prezzi dei prodotti alimentari non lavorati (+1,4%, attribuibile soprattutto all’aumento del 6,9% dei prezzi della frutta fresca) e dei servizi relativi ai trasporti (+0,7%), sui quali incidono, in parte, fattori di natura stagionale. I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori aumentano dello 0,4% su base mensile e crescono dell’1,7% su base annua (dall’1,5% di maggio).

L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è rallentata il mese scorso all’1,2% (era +1,3% a maggio). Al netto dei soli beni energetici, la crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo risulta in lieve frenata, portandosi all’1,3%, dall’1,5% del mese precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *