Italia

Istat: disoccupazione al 12,5%, top dal 1977. Record tra i giovani: 40,4%

Istat: disoccupazione al 12,5%, top dal 1977. Record tra i giovani: 40,4%
Meno di due giovani su dieci occupati, il tasso dei senza lavoro che schizza al 40,4% per la fascia tra 15 e 24 ani e al 12,5% sulla popolazione in generale. E’ il drammatico quadro fotografato dall’Istat

Meno di due giovani su dieci occupati, il tasso dei senza lavoro che schizza al 40,4% per la fascia tra 15 e 24 ani e al 12,5% sulla popolazione in generale. E’ il drammatico quadro fotografato dall’Istat.

Occupati meno di due giovani su dieci. A settembre il tasso di occupazione giovanile (15-24 anni) scende al 16,1%, in calo di 0,5 punti percentuali su agosto e di 2,1 su base annua. Lo rileva l’Istat (dati provvisori). È un valore che eguaglia il minimo storico. Quindi a settembre sono occupati meno di due giovani su dieci, anche se tra gli under25 vanno contati anche gli studenti. Nel dettaglio a settembre risultano occupati 964 mila giovani tra i 15 e i 24 anni, in calo del 2,3% rispetto ad agosto (-23 mila) e del 12,5% su base annua (-138 mila), fa sapere sempre l’Istat. Nello stesso mese il numero di giovani inattivi, ovvero né occupati né in cerca di lavoro, è pari a 4 milioni 371 mila, in aumento dell’1,5% nel confronto congiunturale (+64 mila) e dell’1,2% su base annua (+54 mila). Il tasso di inattività dei giovani tra i 15 e 24 anni risulta così pari al 73,0%, in rialzo di 0,7 punti percentuali nell’ultimo mese e di 1,5 punti nei dodici mesi.

654 mila giovani disoccupati. Sono 654 mila i giovani disoccupati a settembre, in calo dell’1,5% su agosto (-10 mila) ma in aumento del 5,4% rispetto a dodici mesi prima (+34 mila), rileva l’Istat (dati provvisori e destagionalizzati), spiegando che nell’ultimo mese la crescita del tasso di disoccupazione a fronte del calo dell’incidenza dei giovani disoccupati sulla popolazione (da 11,1% a 10,9%) deriva dalla diminuzione del numero di occupati, più forte del calo dei disoccupati. A settembre, infatti, è salito il numero di giovani inattivi.

Tasso dei giovani senza lavoro al 40,4%. Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) a settembre registra un altro record, salendo al 40,4%, in aumento di 0,2 punti percentuali su agosto e di 4,4 su base annua. È il valore più alto dall’inizio sia delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977.

Record dal ’77. Il tasso di disoccupazione a settembre segna un nuovo record, salendo al 12,5%, in rialzo di 0,1 punti percentuali su agosto e di 1,6 punti su base annua. È il valore più alto dall’inizio sia delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. Il numero di disoccupati a settembre arriva a toccare quota 3 milioni 194 mila, registrando così un aumento dello 0,9% su agosto, corrispondente a un rialzo di 29 mila disoccupati, e del 14% su base annua, vale a dire di 391 mila unità.

Carrello della spesa +0,7%: minimo da 4 anni. I prezzi del cosiddetto ‘carrello della spesa’, ovvero dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto (dal cibo ai carburanti), a ottobre salgono dello 0,7% su base annua, azzerando lo ‘spread’ con il tasso d’inflazione e frenando rispetto a settembre (+1%). È il livello più basso da quattro anni (ottobre 2009).

disoccupazione in aumento sia tra gli uomini sia tra le donne. Rispetto ad agosto, rileva ancora l’Istat, la disoccupazione cresce sia per la componente maschile (+0,2%) sia per quella femminile (+1,8%). Anche in termini tendenziali la disoccupazione cresce sia per gli uomini (+16,7%) sia per le donne (+10,7%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *