Fisco
Contenuto di tendenza

Isa e forfetari: moratoria sanzioni per mancati versamenti con maggiorazione dello 0,8% entro il 30 ottobre

La moratoria interessa i contribuenti - Isa e forfettari - che hanno registrato nel primo semestre del 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 33% rispetto allo stesso periodo del 2019, che non hanno versato le tasse da dichiarazione dei redditi entro il 20 agosto 2020

La maggioranza ha presentato al Senato due emendamenti al decreto Agosto con la moratoria sulle sanzioni per i ritardati pagamenti delle imposte scadute il 20 agosto scorso.

Il viceministro all’Economia, Antonio Misiani, assicura che il Governo esprimerà parere favorevole.

La moratoria interessa i contribuenti – Isa e forfettari – che hanno registrato nel primo semestre del 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 33% rispetto allo stesso periodo del 2019, che non hanno versato le tasse da dichiarazione dei redditi entro il 20 agosto 2020: avranno la possibilità di effettuare il pagamento entro il 30 ottobre 2020 con la maggiorazione dello 0,8%.

Affidato a Facebook il messaggio del sottosegretario Mef Alessio Villarosa: “Al tavolo con gli esponenti del Consiglio nazionale dei commercialisti e delle associazioni di categoria ho assunto, di concerto alle altre componenti di maggioranza, l’impegno a sostenere la moratoria sulle sanzioni per i ritardati pagamenti delle imposte scadute il 20 agosto. Sono certo che tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione siano d’accordo nel prevedere la moratoria delle sanzioni al 30 ottobre con la maggiorazione dello 0,8% delle imposte dovute”.

Si ricorda che la promessa della moratoria ha scongiurato lo sciopero nazionale indetto dalla categoria dal 15 al 22 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *