Lavoro

INPS: pagamento pensioni lavoratori gestione dello spettacolo e degli sportivi professionisti

INPS: pagamento pensioni lavoratori gestione dello spettacolo e degli sportivi professionisti
L’INPS ha dato avvio a partire dal mese di maggio, ai pagamenti delle pensioni lavoratori gestione dello spettacolo e degli sportivi professionisti con le stesse modalità previste dai contratti stipulati da INPS

L’INPS ha dato avvio a partire dal mese di maggio, ai pagamenti delle pensioni lavoratori gestione dello spettacolo e degli sportivi professionisti con le stesse modalità previste dai contratti stipulati da INPS e ne da comunicato con messaggio n. 4547 del 9 maggio 2014.

Con precedente messaggio l’INPS ha fornito le indicazioni in materia di unificazione dei pagamenti delle pensioni e delle quote di pensione corrisposte in Italia dalla gestione dei lavoratori dello spettacolo e degli sportivi professionisti, poste in pagamento a partire dal corrente mese di maggio con le stesse modalità previste dai contratti stipulati da INPS con Banche e Poste Italiane per il pagamento delle pensioni delle gestioni private.

Per quanto riguarda le pensioni dei lavoratori dello spettacolo e degli sportivi professionisti, sono state disposte tre possibili modalità di pagamento:

  • accredito su conto corrente bancario o postale, nonché carta prepagata munita di Iban, purché intestato o cointestato al beneficiario;
  • accredito su libretto bancario o postale intestato o cointestato al beneficiario;
  • in contanti su qualsiasi sportello postale per quei soggetti che, fino alla mensilità di aprile 2014, hanno ricevuto il pagamento della rata tramite assegno circolare non trasferibile (nel caso di importo della rata inferiore a 1.000 euro).

Agli interessati è stata inviata una comunicazione con l’indicazione della nuova modalità di riscossione a partire dal mese di maggio 2014 e sono state indicate anche le modalità alternative di pagamento della pensione.

L’INPS ha effettuato una verifica che le ha consentito di normalizzare, per la maggior parte dei beneficiari, sia le informazioni anagrafiche sia le coordinate di pagamento. Quando si è verificata una discordanza fra i dati, l’INPS ha inviato delle comunicazioni in cui gli interessati sono stati invitati a verificare la congruità dei dati ed eventualmente, a comunicare tempestivamente i dati corretti.

Per fornire assistenza adeguata in merito all’eventuale mancata riscossione della pensione da parte dei pensionati, il Contact Center Multicanale potrà verificare i dati anagrafici della persona che chiama ed informare l’utente sulle modalità di richiesta di variazione dell’ufficio pagatore (invio del modello “DOMANDA DI ACCREDITO BANCARIO PER PENSIONATI” compilato e timbrato dalla propria Banca ed eventuale richiesta di riemissione della rata all’indirizzo mail pagamenti.pals@inps.it) oppure indirizzare il pensionato presso le strutture preposte al servizio (sedi e patronati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *