Lavoro

Inps e gestione ex Enpals: domanda di pensione e trasferimenti contributivi

Inps e gestione ex Enpals: domanda di pensione e trasferimenti contributivi
l’Inps spiega le procedure da seguire per la presentazione della domanda di pensione in favore degli assicurati titolari sia di una posizione assicurativa presso la Gestione Lavoratori Spettacolo e Sportivi Professionisti sia di altra contribuzione presso il Fondo pensioni lavoratori dipendenti

Con il messaggio n. 3324 del 14 marzo 2014, l’Inps spiega le procedure da seguire per la presentazione della domanda di pensione in favore degli assicurati titolari sia di una posizione assicurativa presso la Gestione Lavoratori Spettacolo e Sportivi Professionisti sia di altra contribuzione presso il Fondo pensioni lavoratori dipendenti. In particolare, l’Istituto fornisce precisazioni sugli adempimenti connessi alla segnalazione ed al trasferimento della contribuzione obbligatoria Inps e della contribuzione ex Enpals.

La domanda di pensione in presenza di contribuzione presso la gestione ex Enpals e presso il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti dà diritto alla liquidazione di una sola prestazione previa “totalizzazione” dei contributi versati ed accreditati nelle diverse gestioni.
La domanda di pensione deve essere esaminata, in via preliminare, dalla Gestione ex Enpals, Polo Specialistico Previdenza PALS, in capo al quale restano ferme le competenze in precedenza attribuite alla Direzione Prestazioni Previdenziali della gestione ex Enpals. A tale scopo le domande presentate all’Istituto da assicurati titolari anche di posizione contributiva presso la Gestione ex Enpals, saranno inviate al Polo Specialistico Previdenza PALS.
Quest’ultimo, stabilita la competenza, tratterà le pratiche pensionistiche per le quali è competente; in caso contrario le trasmetterà alla sede territorialmente competente corredate dal relativo estratto contributivo.
La competenza alla liquidazione della prestazione è attribuita alla Gestione presso la quale l’assicurato può far valere una prevalente contribuzione valutata secondo la normativa prevista per il conseguimento del diritto alle prestazioni in vigore presso ciascuna gestione.
La competenza alla liquidazione della prestazione sarà quindi attribuita:

  • alla gestione ex Enpals quando la contribuzione ivi versata ed accreditata sia uguale o prevalente rispetto a quella versata ed accreditata al Fondo pensioni lavoratori dipendenti;
  • è, comunque, attribuita alla gestione ex Enpals qualora l’assicurato possa far valere, con la sola contribuzione ex Enpals, i requisiti per il diritto alla prestazione richiesta per i lavoratori obbligatoriamente iscritti al Fondo lavoratori dello spettacolo ed al Fondo sportivi professionisti.

La competenza è, altresì, attribuita esclusivamente alla Gestione ex Enpals nei seguenti casi:

  • pensione di vecchiaia anticipata per ballerini, tersicorei;
  • pensione di vecchiaia anticipata per sportivi professionisti;
  • pensione d’invalidità specifica per le categorie artistiche indicate dall’art. 5 del D.lgs. 30 aprile 1997, n. 182.

Qualora la competenza sia attribuita alla Gestione ex Enpals, ai fini della determinazione dei requisiti di anzianità contributiva occorrenti per il diritto alla prestazione richiesta e della relativa misura, i contributi settimanali F.P.L.D. sono ragguagliati a contributi giornalieri moltiplicandoli per sei (6).
Qualora la competenza sia attribuita al Fondo Lavoratori Dipendenti ai fini della determinazione dei requisiti di anzianità contributiva occorrenti per il diritto alla prestazione richiesta e della relativa misura, i contributi giornalieri ex Enpals sono ragguagliati a contributi settimanali dividendoli per sei (6).

Non è prevista la cumulabilità dei contributi Enpals con i contributi versati nelle gestioni speciali dei lavoratori autonomi dell’Istituto, salvo quanto in seguito specificato.

L’assicurato che ha contribuzione versata nella gestione ex Enpals ed è titolare di pensione a carico di una gestione speciale dell’Istituto, può richiedere alla gestione ex Enpals la liquidazione di una pensione supplementare.

L’articolo 4-ter della Legge 17/03/1993, n. 63 ha previsto la possibilità di cumulare la contribuzione riferita ai coltivatori diretti, mezzadri e coloni con i contributi di altre forme di assicurazione obbligatoria e, pertanto, anche per detta contribuzione valgono le regole di cumulo previste tra il Fondo Lavoratori dipendenti e la Gestione ex Enpals.
Si rammenta, inoltre, che in presenza di lavoratori che risultino titolari di contribuzione presso la gestione ex Enpals, il Fondo Lavoratori Dipendenti, nonché le gestioni speciali dei lavoratori autonomi dell’Istituto, è possibile utilizzare la contribuzione ex Enpals a condizione che la stessa sia determinante per il raggiungimento del requisito pensionistico presso una delle gestioni speciale dei lavoratori autonomi. In particolare l’accertamento del requisito, ai fini del diritto a pensione dell’interessato, dovrà essere condotto valutando:

  1. in primo luogo, l’eventuale conseguimento dei requisiti pensionistici attraverso l’unificazione dei contributi accreditati presso la gestione ex Enpals ed il Fondo Lavoratori Dipendenti, secondo le regole prima indicate;
  2. qualora detta verifica dia esito negativo, l’eventuale conseguimento del diritto a pensione cumulando la contribuzione della gestione speciale e del F.P.L.D. dell’Istituto;
  3. in via residuale, il conseguimento del diritto a pensione attraverso l’utilizzo dei contributi accreditati nelle tre diverse gestioni.

E’ prevista, da parte del fondo cui compete la concessione del trattamento pensionistico, la tempestiva liquidazione della prestazione a seguito della sola segnalazione della contribuzione. Tale segnalazione prescinde, al fine della liquidazione del trattamento pensionistico, dall’effettivo trasferimento delle somme contabili.

Qualora la competenza alla liquidazione della prestazione sia attribuita alla gestione ex Enpals, il Fondo Lavoratori Dipendenti trasferirà alla predetta gestione i contributi versati nell’assicurazione generale obbligatoria per l’IVS per i lavoratori dipendenti, secondo i criteri dettati dalla Convenzione stipulata in data 03/12/1973.
Nei casi in cui la competenza alla liquidazione della prestazione sia attribuita al Fondo Lavoratori Dipendenti, la gestione ex Enpals trasferirà al predetto Fondo i contributi versati ed accreditati nell’assicurazione obbligatoria per l’IVS gestita dalla gestione medesima secondo le norme dell’assicurazione generale obbligatoria per l’IVS per i lavoratori dipendenti in vigore nei periodi cui i contributi stessi si riferiscono.
In entrambi i casi l’importo dei contributi da trasferire va maggiorato degli interessi composti al tasso del 4,50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *