Lavoro

In arrivo incentivi all’occupazione per i datori di lavoro

In arrivo incentivi all'occupazione per i datori di lavoro
Manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto che prevede un contributo economico di euro 190 mensili per ogni lavoratore per un periodo di 12 o 6 mesi, a secondo che si tratti di assunzione a tempo indeterminato o meno

Manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto direttoriale 19 Aprile 2013 che prevede – a domanda del datore di lavoro e nei limiti delle risorse stanziate – un contributo economico di euro 190 mensili per ogni lavoratore per un periodo di 12 o 6 mesi, a secondo che si tratti di assunzione (nel corso del 2013) a tempo indeterminato o meno. Il datore di lavoro deve garantire interventi di formazione professionale sul posto di lavoro a favore del lavoratore assunto.

Il Ministero del lavoro annuncia che tale decreto sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, registrato alla Corte dei Conti.

Il decreto prevede – a fronte degli stanziamenti stabiliti dal Decreto stesso – la concessione di un beneficio economico a favore dei datori di lavoro privati che nel corso del 2013 assumano, a tempo determinato o indeterminato, anche part time o a scopo di somministrazione, lavoratori licenziati nei dodici mesi precedenti l’assunzione.

Per usufruire del beneficio il datore di lavoro deve garantire interventi di formazione professionale sul posto di lavoro a favore del lavoratore assunto anche mediante il ricorso alle risorse destinate alla formazione continua di competenza regionale.

Il beneficio è quantificato in 190 euro mensili per 12 mesi per i lavoratori assunti a tempo indeterminato e in 190 euro mensili per 6 mesi per i lavoratori assunti a tempo determinato. In caso di part-time il beneficio mensile è moltiplicato per il rapporto tra l’orario di lavoro previsto e l’orario normale.

Il beneficio è riconosciuto anche nel caso di lavoratori soci di cooperative che stabiliscano con la propria adesione o successivamente all’instaurazione del rapporto associativo un ulteriore distinto rapporto di lavoro, in forma subordinata.

Le disposizioni del decreto non si applicano al lavoro domestico.

Al fine di fruire del beneficio, i datori di lavoro interessati dovranno inoltrare una istanza all’Inps, esclusivamente in via telematica, indicando i dati relativi all’assunzione effettuata, con le modalità stabilite dall’Istituto entro 30 giorni dalla data dell’entrata in vigore del citato decreto.

A seguito dell’autorizzazione Inps il beneficio verrà erogato mediante conguaglio sulle dichiarazioni contributive.

Decreto direttoriale 19 Aprile 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *