Italia

Imu, sì definitivo del Senato al decreto: confermato lo slittamento a settembre

Via libera definitivo dal Senato al decreto legge sulla sospensione della prima rata sulla prima casa dell’Imu 2013, scaduta il 16 giugno, ed il finanziamento della Cig. Il provvedimento è stato approvato con 245 sì, 3 no e 16 astenuti. Il decreto interviene anche sui costi della politica abolendo il doppio stipendio parlamentare-ministro. Le modifiche introdotte nel passaggio a Montecitorio, e confermate a Palazzo Madama, precisano che il taglio riguarda anche i viceministri, estendendolo ai cosiddetti ministri-tecnici, quelli che non dispongono quindi di un seggio in Parlamento.

Il decreto legge oggi convertito definitivamente proroga poi i contratti a tempo determinato nella Pubblica Amministrazione dal 31 luglio alla fine del 2013. Ma per i precari della scuola negli enti locali il nuovo termine arriverà fino al luglio 2014, alla conclusione dell’anno scolastico. Diversi gli ordini del giorno approvati dal’Aula. Tra gli altri, il Governo ha accolto un ordine del giorno che impegna l’Esecutivo ad esentare dal pagamento dell’Imu gli immobili cosiddetti magazzino appartenenti alle imprese edili. Accolto anche un Odg presentato dal senatore trentino del Patt, Franco Panizza, che impegna il Governo al ripristino dell’aliquota ridotta del 4 per mille per i contratti di locazione a canone agevolato o concordato.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close