Lavoro

Il trattamento della festività del 4 novembre fra legge e contrattazione collettiva

Come si calcola la retribuzione dovuta per l'ex festività del 4 novembre? Un excursus su norme di legge e sulla contrattazione collettiva applicabile aiuta a chiarire il trattamento dell'ex festività in busta paga
Come si calcola la retribuzione dovuta per l’ex festività del 4 novembre? Un excursus su norme di legge e sulla contrattazione collettiva applicabile aiuta a chiarire il trattamento dell’ex festività in busta paga

La ricorrenza della festività del 4 novembre e il relativo trattamento da riservare in busta paga diventa l’occasione per riepilogare la normativa in materia.

Le ex festività. La celebrazione della festività del 4 novembre – festa dell’Unità nazionale – ha luogo, a decorrere dal 1977, nella prima domenica di novembre (cessa dunque di essere considerato un giorno “festivo”) e si colloca accanto ai seguenti giorni che non sono più considerati festivi agli effetti civili:

  • S. Giuseppe (19 marzo);
  • Ascensione;
  • Corpus Domini;
  • SS. Apostoli Pietro e Paolo (29 giugno) (a esclusione del Comune di Roma) (si evidenzia come la legge n. 53 del 1977 disponga in ordine alla sola “celebrazione”).

Identica sorte era toccata alla festività nazionale del 2 giugno fino al 2000; successivamente dal 2001, infatti, la Festa della Repubblica Italiana è stata ripristinata con legge 20 novembre 2000, n. 336 (art. 1).

Trattamento economico. Il trattamento economico previsto è nel senso di ritenere che la ex festività civile sia considerata dai contratti collettivi come “festività cadente di domenica“, oppure sia trattata secondo il diverso alternativo trattamento previsto dalla contrattazione collettiva.

I CCNL dunque, nella maggioranza dei casi, hanno previsto per il 4 novembre il trattamento proprio della festività cadente di domenica. Questo significa – a norma della previsione contenuta nella legge n. 260/1949 – che la festività cadente di domenica viene retribuita in aggiunta alla normale retribuzione sia agli impiegati (sistema di paga mensilizzato con pagamento di 1/26 della retribuzione) sia agli operai (sistema di paga orario con pagamento di 1/6 della retribuzione). Vengono fatti salvi eventuali diversi criteri adottati dalla contrattazione collettiva del settore di appartenenza.

Oppure, in altri casi, il CCNL di riferimento considera la giornata della ex-festività civile come “assorbita” dalla riduzione annua dell’orario di lavoro e non genera un particolare trattamento economico.

Per taluni settori, invece, i CCNL hanno previsto misure a carattere economico delegate al datore di lavoro.

In alcuni, seppure pochi, casi le parti sociali nulla hanno previsto.

Le previsioni dei CCNL. Di seguito le indicazioni emergenti da alcuni contratti collettivi:

TRATTAMENTO CCNL
Trattamento economico previsto per le festività coincidenti con la domenica Acconciatura ed estetica;
Agenzie marittime ed aeree;
Agricoltura – operai/impiegati;Alimentari – aziende industriali;
Assicurazioni – agenzie in gestione libera;
Carta – aziende industriali;
Dirigenti – agenzie marittime e aeree;
Dirigenti – aziende terziario;
Edilizia – industria;
Farmacie – aziende private;
Giocattoli – piccola e media industria;
Lapidei – industria;
Metalmeccanica – aziende industriali;
Miniere – aziende industriali;
Oreficeria – aziende industriali;
Studi professionali;
Terme;
Terziario (Confcommercio);
Assorbimento del trattamento economico nei permessi Abbigliamento e confezioni – aziende industriali;
Calzature – aziende industriali;
Chimica – aziende industriali;
Legno e arredamento – aziende industriali;
Penna spazzole pennelli – industria;
Videofonografica;
Vigilanza privata.

Altri contratti prevedono specifici trattamenti:

Autoscuole

Eliminazione del 4 novembre dai giorni festivi: ai lavoratori in servizio alla data di sottoscrizione del presente rinnovo è riconosciuto un elemento distinto della retribuzione non riassorbibile pari a € 3 mensili al IV livello da riparametrare come da tabella inserita nel CCNL. Tale importo, da erogarsi a decorrere dal mese di agosto 2013, incide su tutti gli istituti legali e contrattuali.

Autotrasporto merci e logistica

A fronte dell’eliminazione delle giornate del 4 novembre (settori Trasporto merci e Assologistica) e della Pasqua (settore Trasporto merci) dai giorni festivi, ai lavoratori in servizio alla data del 26 gennaio 2011 è riconosciuto un elemento distinto della retribuzione, non riassorbibile e incidente su tutti gli istituti legali e contrattuali, da erogarsi a decorrere dal mese di gennaio 2011 nelle misure mensili fissate dal CCNL.

Ceramica Aziende industriali

A fronte della ex festività del 4 novembre viene corrisposto con la retribuzione del mese di agosto un trattamento aggiuntivo complessivo pari a 8/173 della retribuzione mensile di fatto.

Pelli e cuoio – Aziende industriali

Per quanto riguarda la festività nazionale del 4 novembre spostata alla domenica dalla legge n. 54/1977, verrà corrisposto ai lavoratori il trattamento economico previsto per i casi di coincidenza delle festività con le giornate di sabato e domenica.

A decorrere dall’anno 2001 il trattamento economico previsto per la festività del 4 novembre anziché essere corrisposto nel periodo di paga di novembre sarà erogato in occasione del godimento dell’ulteriore riduzione dell’orario annuo di lavoro di 8 ore come tale decorrente dal 1° gennaio 1985.

Resta a carico dell’azienda la differenza fra detto compenso (1/26) e la retribuzione (8 ore) corrispondente alla riduzione predetta.

Sacristi

In sostituzione delle festività abolite ai sensi della legge 5 marzo 1977, n. 54, vengono attribuite 4 giornate aggiuntive di ferie.

Scuole private – Religiose

Le festività abolite per effetto del combinato disposto della L. N. 54/1977 e del D.P.R. n. 792/1985 sono assorbite nelle giornate di ferie annuali.

Turismo – Confcommercio

Per le prestazioni effettuate nella giornata del 4 novembre, spettano al lavoratore, oltre alla normale retribuzione mensile, corrispondenti quote di retribuzione oraria (senza maggiorazioni) o, in alternativa, altrettante giornate di riposo compensativo.

Vetro, lampade e display

A fronte della ex festività nazionale del 4 novembre sarà corrisposto, in occasione del pagamento della retribuzione del mese di agosto, un trattamento economico complessivo pari a 4/175 della retribuzione mensile. Sempre in occasione del pagamento della retribuzione del mese di agosto, ulteriori 4/175 verranno riconosciuti a partire dall’anno 2004. Detto pagamento deve ritenersi assorbibile in caso di riduzioni di orario eventualmente definite da provvedimenti di legge successivi alla data di stipula del presente contratto, ivi compresi provvedimenti di reintroduzione di festività soppresse o provvedimenti di istituzione di nuove festività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *