Lavoro

Il nuovo contratto a tempo determinato: obbligo della causale dopo i primi 12 mesi

Con la conversione in legge del decreto Dignità è stata modificata la disciplina dei contratti a tempo determinato con l’obiettivo di lasciare la stipulazione alla libertà delle parti contrattuali per i primi 12 mesi, anche in assenza di causali che giustifichino l’apposizione del termine

ABBONATI PER LEGGERE L'ARTICOLO

Gli abbonati ci aiutano a garantire una costante informazione. Come utente abbonato potrai:

Leggere e salvare tutti gli articoli su pc e tablet

Consultare la banca dati

Richiedere consulenze

Ricevere la newsletter

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close