Italia

Il Ministero conferma il boom di contratti a tempo indeterminato

Il Ministero conferma il boom di contratti a tempo indeterminato
Nei primi due mesi dell’anno i contratti a tempo indeterminato attivati nel complesso sono stati oltre 303.000, con un aumento di 79.000 unità (+35%) sullo stesso periodo del 2014

Il Ministero del Lavoro mette nero su bianco quanto anticipato da Giuliano Poletti sul mercato del lavoro in Italia. In una nota, il Dicastero comunica che nei primi due mesi dell’anno i contratti a tempo indeterminato attivati nel complesso sono stati oltre 303.000, con un aumento di 79.000 unità (+35%) sullo stesso periodo del 2014.

E prende quota anche il programma Garanzia Giovani con 476.000 giovani iscritti, 233.000 presi in carico e 49.000 che hanno già avuto una proposta tra tirocini, opportunità occupazionali, formazione, stage e servizio civile.

“Presto arriveranno le prime proiezioni delle norme sul contratto a tutele crescenti contenute nella delega Jobs Act e entrate in vigore a marzo. Sebbene sia presto per considerare conclusa la lunga fase di stagnazione dell’economia italiana, è arrivato il momento di guardare al futuro con più ottimismo. Sono tutti segnali forti a dimostrazione che il Paese è in grado, nei prossimi mesi, di ribaltare positivamente i numeri della crisi”, ha commentato il sottosegretario al Lavoro, Massimo Cassano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *