Diritto

Il credito d’imposta per incentivare il commercio non spetta se non viene indicato in dichiarazione

Il credito d'imposta concesso per incentivare il commercio (legge 449/1997) deve essere indicato nella dichiarazione relativa al periodo d'imposta nel corso del quale il beneficio è accordato. L'indicazione ha valore di atto negoziale, integrando una dichiarazione di volontà e non di scienza

ABBONATI PER LEGGERE L'ARTICOLO

Gli abbonati ci aiutano a garantire una costante informazione. Come utente abbonato potrai:

Leggere e salvare tutti gli articoli su pc e tablet

Consultare la banca dati

Richiedere consulenze

Ricevere la newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *