Italia

I deputati restano in ferie: cinque su sei non si presentano in Aula

La Camera riapre in pieno agosto ma sono davvero pochi i deputati che si presentano in Aula. Alla seduta convocata per incardinare le norme sul femminicidio partecipano solo 104 parlamentari dei 630 totali.

Tra i leader della maggioranza c’è solo il segretario del Pd Guglielmo Epifani, con lui altri 44 colleghi di partito, a rappresentare il Pdl invece solo 4 deputati, 5 sono della Lega e 22 del Movimento 5 Stelle. Per il governo presente il ministro per i Rapporti col Parlamento Dario Franceschini. Ci sono anche una quindicina di parlamentari di Scelta Civica, 6 di Sel e 4 del Gruppo Misto.

Non poteva mancare la presidente della Camera Laura Boldrini, che questa seduta l’ha convocata, provocando ai tempi anche le critiche del Movimento 5 Stelle che l’aveva accusata, richiamando i deputati in pieno agosto solo per pochi minuti, di cercare solo visibilità. La numero uno di Montecitorio ha voluto subito replicare ai grillini parlando di “polemiche del tutto artificiose, che nuocciono alle istituzioni“. Secondo la presidente della Camera la convocazione agostana è stata “un adempimento dettato dalla Costituzione” e dal regolamento. “Non vi è alcuna forzatura né può prestarsi a qualsiasi strumentalizzazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *