Lavoro

Guida agli incentivi all’assunzione e alla creazione di impresa

Guida agli incentivi all’assunzione e alla creazione di impresa
Italia Lavoro ha aggiornato la guida che fornisce una sintesi periodica degli incentivi all’assunzione e alla creazione d’impresa a livello nazionale, regionale e provinciale

Italia Lavoro nell’ambito del Programma POT – Pianificazione Territoriale Operativa – pubblica, a cadenza fissa, la “Guida agli incentivi all’assunzione e alla creazione di impresa“. Il documento, aggiornato al 28 febbraio 2015, fornisce una sintesi periodica degli incentivi all’assunzione e alla creazione d’impresa a livello nazionale, regionale e provinciale.

La Guida è suddivisa in tre sezioni:

  1. Incentivi all’assunzione previsti dalla normativa nazionale;
  2. Incentivi all’assunzione e alla creazione d’impresa previsti dalla normativa regionale;
  3. Avvisi regionali/provinciali che prevedono incentivi all’assunzione e alla creazione d’impresa.

Nella prima sezione sono raccolti, attraverso delle schede di sintesi, gli incentivi previsti dalla normativa nazionale in vigore. Le schede sono suddivise in base alla tipologia dei destinatari (Giovani, Donne, Lavoratori over 50, Lavoratori in CIGS, Lavoratori in mobilità, Lavoratori svantaggiati, Lavoratori disabili) a cui si aggiunge una categoria residuale denominata “Altre agevolazioni” che ricomprende ulteriori tipologie di target e agevolazioni di natura fiscale. Vi è anche una parte dedicata ai bandi e ai progetti di Italia Lavoro.

La seconda sezione raccoglie tutti gli incentivi suddivisi per regioni, previsti dalla normativa regionale.

Infine, la terza che raggruppa gli avvisi regionali/provinciali e che contiene l’elenco dei bandi/avvisi pubblici attivi, emessi dalle Regioni e dalle Province con fondi FSE/FESR 2007-2013 e fondi di bilancio regionale/provinciale.

Tabella riepilogativa dei nuovi incentivi per il 2015

Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato con decorrenza nel corso del 2015
LAVORATORE Tutti i lavoratori privi di occupazione a tempo indeterminato da almeno 6 mesi, o che non abbiano avuto rapporti di dipendenza a t.i. con l’azienda (comprese, collegate e controllate) nei tre mesi antecedenti all’entrata in vigore della Legge (dal 29/09/2014) o per cui l’incentivo sia già stato usufruito.
Per il settore agricolo sono esclusi i lavoratori che nel 2014 erano assunti a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato per un numero di giornate non inferiore a 250 giorni.
DATORE DI LAVORO E TIPOLOGIA CONTRATTI Tutti i datori di lavoro privati (anche studi professionali), con esclusione dei contratti di apprendistato, di lavoro domestico e di lavoro intermittente.
AGEVOLAZIONI L’agevolazione spetta per i nuovi contratti a tempo indeterminato sottoscritti tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2015.
Esonero triennale (36 mesi) dal versamento dei contributi previdenziali, fino a un massimale annuo di € 8.060 (massimale). Sono esclusi dall’esonero i Premi e i Contributi dovuti all’INAIL.
Possono essere assunti a tempo indeterminato, applicando l’incentivo, lavoratori con rapporti di lavoro ripartito (c.d. job sharing), part-time, Dirigenti, Soci di cooperative lavoro, Somministrazione, Disabili. È’ possibile usufruire dell’incentivo anche in caso di trasformazione del contratto da tempo determinato (o da precedente contratto a lavoro intermittente) a tempo indeterminato.
CONDIZIONI Per accedere all’agevolazioni occorre che l’azienda sia in possesso del documento di regolarità contributiva (DURC) e che l’assunzione non:

  • sia attuazione di un obbligo preesistente;
  • violi il diritto di precedenza;
  • sia effettuata in aziende con in atto sospensioni per riorganizzazione (no per professionalità diverse) o licenziamenti nei 6 mesi precedenti (stesso datore o azienda con assetti proprietari coincidenti).
NATURA E CUMULABILITA’ L’esonero assume la natura tipica di incentivo all’occupazione; viene pertanto riconosciuto per ogni assunzione a tempo indeterminato, senza alcuna necessaria preventiva valutazione né in termini di incremento occupazionale, né in termini di rispetto della disciplina c.d. “de minimis”. L’esonero inoltre:

  • non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente (es.: agevolazioni per l’assunzione di lavoratori e lavoratrici over 50 di cui all’art. 4, commi 8 e seguenti, della legge 92/2012);
  • è cumulabile con gli altri incentivi di natura economica, tra i quali: l’incentivo per l’assunzione di lavoratori disabili; dei giovani genitori; quello per l’assunzione di beneficiari del trattamento ASpI (art. 2, c. 10 bis, della legge n. 92/12); l’incentivo inerente il programma “Garanzia Giovani”; l’incentivo per l’assunzione di giovani lavoratori agricoli (art. 5 D.L. 91/12, conv. L. 116/14); Bonus Giovani per la quota non coperta; incentivo per l’assunzione di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità.
Incentivo per l’assunzione di Giovani ammessi al “Programma Garanzia Giovani”
 LAVORATORE Giovani tra 15 e 29 anni che si registrano al Programma tramite iscrizione al portale Garanzia Giovani (www.garanziagiovani.gov.it).
DATORE DI LAVORO Tutti i datori di lavoro privati.
CONTRATTO L’incentivo spetta per le assunzioni:

  • a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione*;
  • di durata pari o superiore a 6 mesi e per le assunzioni, anche a scopo di somministrazione*;
  • a tempo indeterminato.

L’incentivo spetta anche in caso di rapporto a tempo parziale, purché sia concordato un orario di lavoro pari o superiore al 60% dell’orario normale.
Per i rapporti – compresi quelli a scopo di somministrazione – che si svolgono in Emilia–Romagna, Friuli–Venezia Giulia o Puglia, l’incentivo spetta solo per le assunzioni a tempo indeterminato.
*Non spetta se l’Agenzia partecipa alle misure di Garanzia Giovani o altri Programmi a finanziamento pubblico.

INCENTIVI L’incentivo spetta per le assunzioni fatte a partire dal 01/05/2014.
L’importo dipende dalla profilazione del Giovane e dalla tipologia di contratto:

Rapporto di lavoro Profilazione bassa Profilazione media Profilazione alta Profilazione molto alta
TD =>6 mesi <12 mesi o somministrazione 1.500 € 2.000 €
TD =>12 mesi o somministrazione 3.000 € 4.000 €
Tempo Indeterminato 1.500 € 3.000 € 4.500 € 6.000 €

In caso di rapporto a tempo parziale gli importi sopra indicati sono proporzionalmente ridotti.

CUMULABILITA’

L’incentivo è cumulabile con altre forme di agevolazioni. Nello specifico per le assunzioni fatte a partire dal 1° maggio 2014 il Bonus è:

  • riconosciuto anche in caso di assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante;
  • riconosciuto anche nel caso in cui l’assunzione sia ulteriormente incentivata con altre misure sia di natura economica, sia di natura contributiva, anche di carattere regionale, a condizione che la somma di tutti gli incentivi non superi il 50% dei costi salariali (es.: esonero contributivo triennale per le assunzioni con contratto a t.i. fatte dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015).
CONDIZIONI

L’incentivo è subordinato:

  • all’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
  • al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti;
  • all’applicazione dei principi stabiliti dall’articolo 4, c. 12, 13 e 15, della Legge 92/2012;
  • alla circostanza che il relativo importo non superi i limiti complessivamente previsti per gli aiuti di stato cosiddetti “de minimis”, ai sensi dei regolamenti comunitari in vigore (Circolare n. 102 del 3 settembre 2014).
Vai alla guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *