Italia

Giustizia: Orlando-Madia, a novembre bando per mille assunzioni

Giustizia: Orlando-Madia, a novembre bando per mille assunzioni
Il 21 novembre sarà pubblicato il bando per mille assunzioni. Questa la novità che emerge dopo l’incontro tra i ministri Andrea Orlando e Marianna Madia

Una ‘terapia d’urto’ per i vuoti degli organici amministrativi del settore giustizia: il 21 novembre sarà pubblicato il bando per mille assunzioni. Questa la novità che emerge dopo l’incontro tra i ministri Andrea Orlando e Marianna Madia, nel corso del quale sono stati decisi i contenuti del decreto con il quale si da’ avvio all’assunzione a tempo indeterminato di mille unità di personale amministrativo non dirigenziale. Il provvedimento, in attuazione del decreto convertito in legge lo scorso agosto, sarà adottato entro il 20 ottobre prossimo, prima della scadenza prevista, e il bando per il concorso sarà pubblicato il 21 novembre.
Delle mille unità, 800 posti sono riservati ai vincitori del concorso e 200 all’assunzione degli idonei delle graduatorie in corso di validità di concorsi banditi da amministrazioni pubbliche.

Con il bando di concorso – spiega il ministero della Giustizia in una nota – saranno anche valorizzati e riconosciuti i percorsi professionali di coloro che hanno svolto tirocini e stage presso gli uffici giudiziari, così da dare una reale possibilità di impiego a persone che hanno maturato competenze significative nei servizi di cancelleria.

“Si pongono così – osserva via Arenula – le condizioni per un rapido ingresso di giovani professionalità, fondamentali per il supporto al funzionamento della giurisdizione”, mentre prosegue il programma di assunzioni per il quale il Governo ha già destinato risorse per circa 4mila reclutamenti. Oltre alle nuove assunzioni, sono state concordate le modalità di ricollocamento del personale in esubero da altre Pubbliche amministrazioni (Province e altri enti interessati): per la seconda fase della mobilità obbligatoria, infatti, il ministero della Giustizia ha garantito la disponibilità di ulteriori 800 posti su tutto il territorio nazionale.

Dai ministri Orlando e Madia è confermata “l’attenzione prioritaria” al problema delle “gravi carenze di personale degli uffici giudiziari, derivanti da una ventennale stagione di stagnazione dei reclutamenti nell’amministrazione della giustizia”: ora si creano, conclude la nota, “i migliori presupposti per la conclusione entro l’anno di tale procedura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *