Lavoro

Garanzia giovani: accesso ai C.V. da parte degli operatori

Garanzia giovani: accesso ai C.V. da parte degli operatori
Il C.V. dei giovani profilati nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, deve essere messo a disposizione, nel rispetto delle norme in materia di protezione dei dati personali, ai soggetti che risultano iscritti all’Albo delle Agenzie per il lavoro

Con la nota n. 3220 del 19 giugno 2015, il Ministero del Lavoro detta chiarimenti in merito all’accesso ai C.V. dei giovani registrati al Programma “Garanzia Giovani” da parte degli operatori del mercato del lavoro iscritti all’Albo delle Agenzie per il lavoro.

In particolare, da quando è stato avviato il Programma “Garanzia Giovani”, più di 500 mila giovani si sono iscritti, tramite il portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ad esso dedicato (www.garanziagiovani.gov.it) ovvero tramite i portali regionali. A seguito della registrazione al portale, i giovani vengono chiamati ad un colloquio individuale presso un centro per l’impiego o un soggetto accreditato allo svolgimento dei servizi per il lavoro, durante il quale ricevono un indice c.d. “di profilazione”, in ragione del presumibile grado di difficoltà nella ricerca di un’occupazione. Al termine di tali colloqui, i giovani “profilati” sono presi in carico dal centro per impiego o dal soggetto accreditato e vengono attivate le misure previste nel Programma. Nell’ambito di “Garanzia Giovani” è prevista, altresì, l’erogazione da parte dell’INPS di un incentivo per le assunzioni a tempo determinato di durata pari o superiore a sei mesi e per le assunzioni a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, ivi compreso il contratto di apprendistato professionalizzante. L’ammissibilità e l’importo dell’incentivo sono determinati dalla classe di profilazione attribuita al giovane e dal tipo di contratto di lavoro sottoscritto.

Al fine di favorire l’incontro tra domanda e offerta e in un’ottica di trasparenza degli incentivi, il Ministero del Lavoro ritiene opportuno mettere a disposizione tali profili (comprensivi dell’entità del bonus occupazionale connesso e variabile a seconda della classe di profilazione attribuita al giovane, della tipologia contrattuale prescelta dal datore di lavoro e della durata del contratto) ai soggetti che risultano iscritti all’Albo delle Agenzie per il lavoro.

Come noto, le Agenzie per il lavoro iscritte all’Albo sono tenute, ai sensi del combinato disposto all’art. 5, comma 1 lett. f) e all’art. 15 del D.Lgs. n. 276/2003, all’interconnessione e al conferimento dei dati alla Borsa Continua Nazionale del Lavoro (BCNL) per il tramite del Portale Cliclavoro, pena la revoca dell’autorizzazione. Tali dati consistono nella pubblicazione di vacancy e curricula degli utenti, nonché di tutte le informazioni strategiche per il mercato del lavoro di cui sono in possesso.

Sulla base di tali premesse si è ritenuto che tali soggetti qualificati come operatori del mercato siano i soggetti privilegiati per garantire un più efficace incontro tra domanda e offerta di lavoro con specifico riferimento ai giovani iscritti al Programma Garanzia Giovani e già profilati.

Le modalità con cui sono resi accessibili i C.V. dei giovani – contrassegnati dallo specifico “logo” di Garanzia Giovani e dall’indice di profilazione – sono definite nel documento tecnico allegato alla nota.

Ministero del Lavoro – Nota N. 3220/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *